Calcioscommesse, rinvio a giudizio per Izzo: domani in Tribunale, la situazione

14 Marzo, 2018, 00:04 | Autore: Santina Resta
  • Processo penale calcioscommesse: tre anni di reclusione per Pini, un anno con pena sospesa per Millesi

Sorte diversa hanno avuto gli altri due imputati che hanno optato per il rito abbreviato: l'ex calciatore Luca Pini è stato condannato per tutti i reati a lui ascritti ad anni tre e mesi sei di reclusione ed Accurso Antonio, collaboratore di giustizia, ad anni diciotto e mesi due di reclusione in continuazione con altri reati da lui commessi ed in precedenza giudicati. Le partite oggetto del processo sono quelle del campionato di serie B 2013-2014, Modena-Avellino ed Avellino-Reggina di marzo e maggio 2014.

La sentenza è stata emessa dal Gup di Napoli Marcello De Chiara che ha accolto le richieste del pubblico ministero della Dda Maurizio De Marco. Entrambi dovevano rispondere per il reato di frode sportiva, in relazione alle predette gara, le cui combine avrebbero agevolato alcuni scommettitori del clan camorristico Vanella -Grassi di Secondigliano. Con rito ordinario, infatti, saranno processati due presunti esponenti della camorra e il calciatore napoletano, Armando Izzo, attualmente sotto contratto con il Genoa. L'ex capitano dell'Avellino, difeso dall'avvocato Vannetiello, è stato assolto dal reato di concorso esterno in associazione a delinquere.

Condanna a un anno di reclusione, con pena sospesa, per Francesco Millesi.

Nonostante il netto ridimensionamento delle accuse, la difesa di Millesi comunque proporrà appello in quanto punta alla cancellazione anche delle frodi sportive, onde chiedere la revisione della condanna inflitta dal Tribunale della Federazione Giuoco Calcio che gli ha sinora impedito di intraprendere la carriera di allenatore. Il processo a carico del difensore comincerà il 14 marzo.

Raccomandato: