Casa » Sport

Il Napoli si ferma a Milano. Persa la testa della classifica

13 Marzo, 2018, 04:44 | Autore: Eufebio Giannola
  • Sarri Milan

L'allenatore del Napoli ha parlato dopo lo zero a zero contro i nerazzurri.

Se hai qualità riesci ad importi; se vuoi stare sulla metà campo con gli avversari che ci vengono appresso, se hai qualità con due tocchi vai oltre la loro linea difensiva. Per la seconda volta nella sua comunque eccezionale stagione (la prima era stata a inizio dicembre con lo 0-1 incassato dalla Juve e il successivo 0-0 con la Fiorentina), il Napoli sta per due partite consecutive senza vittoria. La sterilità offensiva palesata alla Scala del calcio non è soltanto colpa del tridente offensivo di Sarri ma anche della compattezza difensiva dell'Inter, che per lunghi tratti ha scelto di difendere a oltranza occupando gli spazi per i soliti inserimenti di Allan e Hamsik.

"Mi ha chiesto - racconta Improta - se fossi permalosa e io gli ho risposto che non lo sono ma che lui non si può permettere di usare espressioni del genere". Il possesso palla dei nerazzurri è stato intorno al 35%, molto basso per una partita casalinga, ma il tecnico dell'Inter ha impostato la gara su un pressing alto che ha costretto i partenopei a tenere molto la palla, ma molto lontano dalle zone più pericolose del campo. Giocatore che è stato offerto diverse volte all'Inter dal suo agente, ma non è ritenuto idoneo al gioco di Luciano Spalletti. "Noi non siamo né la squadra più ricca, né la più forte d'Italia". "È un periodo in cui il pallone non vuole assolutamente saperne di entrare ma non c'è bisogno di agitarsi, tutto si aggiusterà".

La partita di eiri sera ha visto il solito ottimo Napoli, contro un'Inter "tosta, ma senza grande qualità" (la definizione è di Spalletti). Ancora più pesante sono i punti persi nella corsa scudetto da Sarri, che mercoledì rischia di vedere scappare a +4 la Juventus nel recupero con l'Atalanta. Poco dopo il Napoli reagisce e sfiora il gol con Insigne. I giochi di forza sono cambiati, adesso è il Napoli a dover guardare verso l'alto.

Raccomandato: