Casa » Sport

Juventus, Allegri/ "Quota scudetto a 100 punti, il Napoli non mollerà"

13 Marzo, 2018, 15:23 | Autore: Eufebio Giannola
  • Juventus, Allegri/

Non Allegri che non vuole entrare nel coro trionfalistico dopo il sorpasso sul Napoli.

Alla vigilia di Juventus-Atalanta, recupero della 26.a giornata di campionato rinviata per neve, Max Allegri si presenta sorridente in conferenza stampa. Proprio di questo, Allergi parla in conferenza stampa: "Siamo in testa da pochi giorni, quindi bisognerà essere bravi a non mollare l'osso, però bisogna fare un passetto alla volta, perché il Napoli è lì, ha grandi possibilità di vincere lo scudetto".

Sulla lotta scudetto: "Giocare prima o dopo il Napoli?". Non c'è da commentare niente, è abitudine che i dirigenti della Juve vengano nel nostro spogliatoio. "Oggi giocare alle 15 mi ha fatto piacere, così oggi si cena con calma". È arrivato Matuidi, abbiamo giocato a 2 o a 3 anche, la squadra ha giocato bene anche a inizio anno, avevamo fatto 6 vittorie poi abbiamo pareggiato a Bergamo e perso con la Lazio. Ma al momento non abbiamo ancora fatto niente: in campionato siamo secondi, ai Champions siamo ai quarti che è risultato straordinario, in Coppa Italia siamo in finale. "Sabato abbiamo un'altra partita prima della sosta". E' una squadra molto fisica e con buona tecnica. "Dobbiamo avere rispetto per l'Atalanta ma portare a casa i tre punti attraverso una partita tecnica e fisica".

Su Sarri dice: "Non commento le cose che dicono altre persone, dovrebbe essere orgoglioso di come gioca il Napoli, è stato in testa al campionato e ora ha le possibilità di lottare fino in fondo. In questi anni mi sono divertito molto, e i tanti giocatori che sono cambiati ci hanno regalato tante soddisfazioni". "Quindi tutta la rosa deve essere a disposizione, non possiamo pensare di poter giocare con lo stesso sistema perché tutti i giocatori non sono uguali". E può puntare al record dei 102 punti stabilito da Conte: "A me del record di 102 non mi importa, se mi dicono che bastano 81 punti per vincere vanno bene quelli". Il rigorista? É Dybala, durante la partita decido io se farlo battere a qualcun altro. "Anche in merito a eventuali cambiamenti". "Gli unici indisponibili sono Cuadrado e Bernardeschi".

Le condizioni degli infortunati: "Cuadrado e Bernardeschi sono fuori, Alex Sandro ieri era un pochino affaticato". Poi carica: "La nostra forza è che tutti hanno l'obiettivo comune di arrivare in fondo e vincere". Anche Higuain sta facendo bene, anche se oggi ha sbagliato il rigore, ha dato la palla a Dybala per il 2-0.

Sui rigori di Higuain: "Ne hanno sbagliati due a testa lui e Dybala".

Raccomandato: