M5S, Di Maio: "No a squadra di governo diversa da quella Cinquestelle"

13 Marzo, 2018, 18:43 | Autore: Santina Resta

Intanto, afferma Di Maio, diciamo no a qualsiasi governo istituzionale o di tutti.

A parlare è Luigi Di Maio durante una conferenza davanti alla stampa estera, a Roma.

"Non siamo disponibili a tradire la volontà popolare". "Le elezioni del 4 marzo sono state uno schiaffo al vecchio modo di fare politica".

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI PARTITI - "Le forze politiche non hanno capito il segnale forte - ha proseguito -". Niente di tutto questo però nella risposta di Di Maio: "Noi abbiamo come Paese un grande deficit politico, come non essere stato presente quando si discutevano grandi dossier".

Italpress offre a tutti gli opinion maker un panorama completo della politica nazionale, nell'assoluto rispetto dell'etica professionale e dell'oggettività giornalistica. E invece vedo gli altri discutere al loro interno e questo è un rammarico. Era un'ipotesi ventilata stamattina da La Stampa, che immaginava una soluzione in cui un governo guidato da un giurista (si facevano i nomi di Tesauro, Cassese e Silvestri) potesse ricevere la fiducia, o la non-sfiducia, di tutti i partiti dell'arco parlamentare.

Di Maio prosegue: "Chiedo responsabilità a tutte le forze politiche: il debito, la disoccupazione, la tassazione delle imprese e la disoccupazione giovanile non aspettano le liti di partito". La parola chiave è responsabilità - ha ribadito -. "Chi vuole mettersi al lavoro per l'Italia si faccia avanti, non c'è da fare alleanze ma da mettere sul piatto cose da fare". Se dovessimo andare al governo, come spero, la nostra linea non è isolare l'Italia ma che sia un Paese che comunica il più possibile con il resto del mondo. L'Italia con noi resterà nell'Unione europea, con l'ambizione di cambiare le cose che non funzionano.

"C'è - ha aggiunto - la grande opportunità di realizzare ciò che l'Italia aspetta da 30 anni".

CONTRO PADOAN - Infine la stoccata a Pier Carlo Padoan che a Bruxelles, al termine dell'Ecofin, ha parlato di instabilità in Italia.

Il leader pentastellato non ha mancato poi un attacco al Ministro dell'Economia: "Il Ministro Padoan è stato irresponsabile, come a dire che 'ora che vado all'opposizione avveleno i pozzi'".

Raccomandato: