Padoan: "L'Italia post elezioni è un elemento di incertezza per l'Ue"

14 Marzo, 2018, 05:24 | Autore: Doriano Lui
  • Padoan:

Durante le riunioni dell'Eurogruppo e dell'Ecofin, ieri e oggi a Bruxelles, si è molto parlato dell'incertezza che pesa sull'Italia dopo le elezioni del 4 marzo, un'incertezza che pesa anche sul futuro dell'economia del Paese.

Il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan ha avuto un bilaterale con il vicepresidente Dombrovskis, al quale ha ribadito che il Governo sta lavorando esclusivamente "sul quadro tendenziale, che comprende gli aggiornamenti in base alla variazione delle variabili esogene dell'economia mondiale e alle nuove proiezioni del pil della finanza pubblica definite in base a questo quadro".

"Tutti mi hanno chiesto cosa succederà in Italia e gli ho detto "non lo so". "Ho descritto le ipotesi sul tappeto, con tanto di distribuzione dei voti e degli scenari possibili più o meno ragionevoli, e c'è sicuramente grande interesse tra colleghi" per gli sviluppi della situazione politica in Italia.

Il ministro ha aggiunto: "In questi due giorni ho incontrato Dombrovskis, Moscovici e Centeno per informarli del lavoro che in Italia stiamo facendo sulla scrittura di un documento di quadro macro tendenziale e del fatto che implicitamente, finché non ci sarà un nuovo governo, la Commissione deve attendere l'invio del documento programmatico che è compito nuovo governo redigere". Il che "non significa emendare il documento, ma affiancarlo ad ulteriori documenti di indirizzo che ogni parlamentare riterrà di rendere pubblici".

Raccomandato: