Casa » Sport

Roma, il raccattapalle perdona Ferreyra: "È un essere umano"

14 Marzo, 2018, 15:24 | Autore: Eufebio Giannola
  • Matteo Cancellieri, chi è il raccattapalle spinto da Ferreyra dello Shakhtar

Matteo Cancellieri ha 16 anni ed è un ragazzo delle giovanili della Roma (under 16).

La polemica si è fermata sul nascere grazie al buon senso di Matteo, ma anche grazie alle scuse di Facundo Ferreyra che su Instagram ha pubblicato un lungo post indirizzato al giovane raccattapalle: "Vorrei congratularmi con la Roma per aver meritato la qualificazione ai quarti di finale di Champions League". Il giocatore viene ammonito e, a fine match, chiederà scusa. È stato solo un gesto di rabbia incontrollato da parte del giocatore. I giallorossi sono riusciti a vincere contro il temibile Shakhtar Donetsk grazie ad un gol da vero 9 del gigante buono, Edin Dzeko che, imbucato da Strootman, dopo essersi ritrovato a tu per tu con il portiere degli ucraini, Pyatov, ha calciato con grande precisione tra le gambe dell'estremo difensore di Fonseca, facendo esplodere di gioia tutto l'Olimpico. Un episodio analogo a quanto accaduto a Cancellieri si verificò dieci anni fa con Gianluca Caprari, oggi attaccante della Samp, all'epoca raccattapalle della Roma (si legge sulla Gazzetta dello Sport). Tutto bene, per fortuna. E' un essere umano anche lui. Durante una partita all'Olimpico contro il Palermo, non passò inosservata la prontezza del ragazzo, allora 14enne dei Giovanissimi Nazionali, che sistemò in tutta fretta il pallone in calcio d'angolo per evitare che i giallorossi (e soprattutto i rosanero) perdessero tempo prezioso.

Raccomandato: