Traffico internazionale di droga, 17 arresti: perquisizioni anche nella Marca

14 Marzo, 2018, 10:12 | Autore: Santina Resta
  • Droga e 'ndrangheta: 17 persone finite in manette a Venezia

Sono stati arrestati il calabrese Antonino Vadalà, implicato anche nell'omicidio del giornalista Jan Kuciak. Nel mirino del Gico della guardia di finanza di Venezia è finita un'organizzazione legata alla 'Ndrangheta, in particolar modo a un clan con base ad Àfrico, in provincia di Reggio Calabria: 11 le persone interessate da ordinanza di custodia cautelare in carcere, 3 ai domiciliari e 3 sottoposte a obbligo di firma.

La Procura lagunare ha indagato Vadalà per associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, riciclaggio e autoriciclaggio, per aver creato insieme ad altri componenti della banda di matrice 'ndranghetista dei canali commerciali leciti da utilizzare per l'importazione di droga dal Sudamerica e gestito singole operazioni di importazione finanziando l'acquisto di stupefacente grazie a sue società.

Il Tribunale di Agrigento, tramite la giudice per le indagini preliminari Alessandra Vella, ha convalidato l'arresto ad opera dei Carabinieri di tre indagati per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Per documentare quanto avveniva, un militare della Guardia di finanza si e' infiltrato nell'organizzazione sotto copertura "dando immediata comunicazione - riferisce Cherchi - degli spostamenti e le modalita' attraverso cui veniva importato e smistato lo stupefacente in Italia". Per importare la droga, sottolinea il Procuratore, la banda aveva creato delle societa' per l'import dal Sudamerica di frutta. "C'e' stato coordinamento di EuroJust e delle autorita' slovacche - ha aggiunto -". Nel corso delle perquisizioni nelle abitazioni dei tre sono stati scoperti e sequestrati 10 grammi di cocaina, 50 grammi di marijuana e 120 grammi di hashish. I Carabinieri hanno così potuto sequestrare 2 tonnellate di stupefacenti.

Raccomandato: