Torino-Fiorentina, Pioli: "Onorato di allenare un gruppo così"

18 Марта, 2018, 00:37 | Autore: Bianca Mancini
  • Fiorentina senti Pioli

"Vogliamo fare la nostra partita per giocarcela da inizio alla fine". "E' uno spogliatoio da scudetto".

"Si. Non avevo dubbi prima, adesso ne sono ancor più convinto: stanno tirando fuori valori e forza che non pensavo potessero avere vista la giovane età. Quanto al futuro saranno lui e la sua famiglia a pronunciarsi, posso dire di averli sempre sentiti convinti di portare avanti il progetto".

Torino e Fiorentina gemellate nel ricordo di Astori: cosa si aspetta? Da qui alla fine della stagione per noi ogni giorno sarà molto forte dal punto di vista emozionale. Il Torino vorrà fare la partita, i tifosi del Toro renderanno un omaggio a Davide.

La mancanza di Astori sta dando una marcia in più alla squadra. Se prima era un buon gruppo era merito di Davide, e se ora siamo migliorati è sempre per merito suo. "Scendiamo sempre in campo per dare il massimo anche nel suo nome". "Riccardo ha lavorato bene per tutta la settimana, ha confermato le buone sensazioni: è il miglior momento a livello fisico e mentale, inteso come convinzione, di tutta stagione".

Per superare il momento è accorso a Firenze anche Andrea Della Valle e molti hanno ipotizzato un'inversione di tendenza per quello che riguarda le vicende societarie, ma Pioli evita l'argomento: "La cosa più importante è che ho visto i miei giocatori e tutto l'ambiente di lavoro contenti della presenza della proprietà e la stessa la proprietà è stata contenta di essere con noi". E' convinto di fare bene e le sue qualità e caratteristiche possono essere importanti per noi. Benassi? . "Tornare a giocare a Torino sarà emozionante per lui, Marco è un buonissimo giocatore". Quello che hanno fatto negli ultimi giorni mi ha impressionato ancora di più visto l'impegno messo negli allenamenti.

Badelj e la sua presa di responsabilità: potrebbe anche restare?

Infine su Badelj: "Non sono sorpreso si sia preso la responsabilità della fascia di capitano, era grande amico di Davide". Conoscendo la sua sensibilità verso la squadra e la città forse un pensierino sulle sue scelte sul futuro lo sta facendo. Milenkovic? . La settimana scorsa aveva avuto problemi di influenza e non era in condizioni ottimali ma insieme a Laurini sono a disposizione.

Raccomandato: