Ristrutturazioni edilizie, agevolazioni fiscali anche per il 2018

19 Марта, 2018, 09:37 | Autore: Doriano Lui
  • Bonus fiscale ristrutturazioni edilizie Agenzia delle entrate aggiorna guida online

Se lo chiedono in tanti, facciamo chiarezza.

Queste ultime agiscono direttamente sulla base imponibile mentre la detrazione fiscale fa riferimento agli importi che il contribuente può sottrarre al montante da dichiarare e sul quale calcolare le imposte da pagare.

È online la nuova Guida dell'Agenzia delle Entrate sull'agevolazione per le ristrutturazioni edilizie.

Inoltre, rientrano nella disciplina fiscale del bonus ristrutturazioni edilizie pure i lavori di cablaggio degli edifici e di contenimento dell'inquinamento acustico, i lavori per eliminare le barriere architettoniche, favorendo così la mobilità delle persone con disabilità gravi, e le opere finalizzate alla prevenzione di atti illeciti.

Come noto, gli interventi di recupero del patrimonio edilizio beneficiano di importanti benefici fiscali.

Primo fra i bonus, la detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2018 e fino al prossimo 31 dicembre, entro il limite di 96mila euro. Proroga valida sia per lavori svolti sulle singole unità immobiliari che per la ristrutturazione delle parti comuni dei condomini. E ancora, le detrazioni per l'acquisto di immobili a uso abitativo facenti parte edifici interamente ristrutturati e quelle per la realizzazione o l'acquisto di posti auto.

Il vademecum è completato da apposite tabelle riassuntive dei lavori agevolabili suddivisi in interventi sulle singole unità abitative e interventi sulle parti condominiali.

Per gli acquisti contemporanei di casa e box con unico atto, la detrazione spetta limitatamente alle spese di realizzazione del box pertinenziale, il cui ammontare deve essere specificamente documentato. Dal 2018 tra i beneficiari dell'agevolazione sono inclusi anche gli istituti autonomi per le case popolari e i soggetti con finalità analoghe, tra cui le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, purché gli interventi di ristrutturazione siano realizzati su immobili adibiti ad edilizia residenziale pubblica o, se si tratta di cooperative a proprietà indivisa, assegnati in godimento ai soci. La Guida è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

Raccomandato: