Fed: alza tassi interesse di un quarto di punto

21 Marzo, 2018, 21:27 | Autore: Doriano Lui
  • La Fed alza i tassi di un quarto di punto

L'era di Jerome Powell alla guida della Fed si apre con un rialzo dei tassi: il costo del denaro sale di un quarto di punto in una forchetta fra l'1,50% e l'1,75%. Viene confermata la previsione di 3 rialzi nel 2018 indicata alla fine dell'anno scorso da Janet Yellen, mentre per il 2019 si stimano dai 2 ai 3 rialzi, confermando quindi una crescita più robusta dell'economia americana rispetto allo scorso dicembre, come Powell aveva anticipato a febbraio durante la sua audizione al Congresso. Persino Lael Brainard, di solito accomodante, ha pronunciato un discorso di impronta differente intitolato "Destreggiarsi nella politica monetaria quando le difficoltà diventano fattori di slancio".

Nel complesso, la Fed sembra propensa nella riunione di marzo a spostare le sue "proiezioni" sui tassi di interesse verso quattro aumenti nel 2018. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti. Si tratta di decisioni in parte correlate all'entità dello stimolo fiscale del Presidente Trump e una reazione ai dati sull'inflazione, che tuttavia sono attualmente troppo volatili per essere ritenuti indicativi di un chiaro aumento delle pressioni sui prezzi. L'istituzione americana sembra vantare una certa serenità al momento, che è il risultato di un lungo periodo caratterizzato da una certa tranquillità.

La previsione di un totale di tre rialzi dei tassi nel 2018 rimane pertanto invariata, sebbene un numero crescente di membri del Fomc ritiene che potrebbero esserne necessari quattro nel caso in cui la performance economica degli Stati Uniti risultasse in linea alle attese.

Raccomandato: