Cicciobello morbillino, ultima trovata nel mondo dei giochi

04 Aprile, 2018, 22:11 | Autore: Fausta Monteleone
  • Nuovo Cicciobello ha il Morbillo. Polemica sui social: “Banalizza la malattia”

Poi, lancia una proposta: un Cicciobello che si possa vaccinare, per trasmettere un messaggio positivo legato alle vaccinazioni.

"Burioni dice stupidaggini, fa solo il moralista sul web".

L'ultima trovata di casa "Giochi Preziosi" è il Cicciobello Morbillino, un modello del celebre bambolotto ricoperto di punti rossi: per curarli basta la salviettina magica, la crema e i cerotti.

Molti medici, genitori e associazioni che promuovono la diffusione dei vaccini sono indignati e preoccupati per la banalizzazione di una malattia che può causare gravissime conseguenze e in alcuni casi mortale. "Come per magia, i puntini scompariranno", si legge sulla confezione della bambola malata di morbillo.

Dopo Cicciobello Primo dentino, arriva nei negozi di giocattoli Cicciobello Morbillino, il bambolotto con la malattia esantematica, di quelle con evidenti segni sulla pelle, più temibile.

L'annuncio del nuovo pupazzo è avvenuto lo scorso 1° aprile (e non era uno scherzo.) sui social della Giochi Preziosi. Il virologo Roberto Burioni: "Così si banalizza una malattia seria". "Attendiamo il Cicciobello Linfomino e pure quello Meningitino". "Si tratta di un gioco - ha dichiarato - abbiamo fatto tutto in buona fede". Il Ceo di Giochi Preziosi, Dario Berté, è rimasto sorpreso dalle reazioni dei clienti, considerata un tantino eccessiva, visto che da sempre i bambini giocano al dottore e all'ammalato con i bambolotti. "Non pensiamo di aver fatto nulla di oltraggioso, ripescando un concetto che è sempre esistito, quello delle bambole con la 'bua'". "In questo modo - aggiunge l'esperto - si banalizza una patologia che invece e' molto pericolosa". Anche se grazie alle vaccinazioni "si è ridotto il numero dei casi, se ne contano ancora centinaia e solo nel 2018 - rileva Riccardi - in Italia si sono già registrati due morti". Che richiedono il ritiro del prodotto dal commercio. "Purtroppo è un periodo complicato, vista la polemica sui vaccini, ma non abbiamo pensato ci potessero essere criticità di questo tipo". Con le malattie non si gioca: "sarebbe bene che l'azienda - afferma - manifestasse sensibilità alle numerose critiche ritirando il prodotto". Lo precisa il presidente dell'Istituto superiore di Sanità (Iss), Walter Ricciardi, in riferimento al caso del bambolotto Cicciobello Morbillino, Dal 1 gennaio al 28 febbraio 2018, segnala infatti l'ultimo aggiornamento dell'Iss, 16 Regioni hanno segnalato al Sistema nazionale di sorveglianza integrata morbillo e rosolia 411 casi di morbillo, inclusi 2 decessi.

Raccomandato: