Raccoglie dati personali dei più piccoli — YouTube sotto accusa

10 Aprile, 2018, 17:56 | Autore: Piera Gizzi
  • Le associazioni dei consumatori denunciano Youtube:

Le associazioni denunciano, inoltre, come da anni Google avrebbe "abbandonato la propria responsabilità verso i bambini e le famiglie affermando ingannevolmente che Youtube - un sito inondato da disegni animati, filastrocche e pubblicità di giochi - non è per chi ha meno di 13 anni", ha detto Josh Golin, un membro della Campagna per un'infanzia senza pubblicità, una delle organizzazioni firmatarie. Questa volta a finire nei guai per la mala gestione dei dati personali dei propri utenti è YouTube. L'accusa è che nonostante Google fosse a conoscenza di questo fenomeno, "si sia concentrata sull'accumulo di enormi risorse per generare profitti invece di proteggere la privacy, proprio come Facebook", ha dichiarato Jeff Chester, membro di una delle associazioni coinvolte. Chiedono di indagare Google per violazione del Children's Online Privacy Protection Act (Coppa), una legge federale che disciplina la raccolta di informazioni su bambini sotto ai 13 anni di età.

I termini di servizio di YouTube, infatti, richiedono che gli utenti confermino di avere tredici anni o più per poter utilizzare il servizio, in quanto la piattaforma sostiene esplicitamente che il sito è "non destinato ai bambini con età inferiore ai tredici anni".

Secondo i termini di servizio, YouTube non è accessibile ai minori di 13 anni.

IL CASOMentre il terremoto Cambridge Analytica continua a scuotere Facebook, un nuovo caso preoccupa i colossi della Silicon Valley. I dati di Trendera research sono altrettanto chiari e parlano di un buon 45% dei bambini tra gli 8 e i 12 anni avente un profilo YouTube.

In sostanza, quello di cui sarebbero responsabili YouTube e Google è, di fatto, un "furto" dei dati personali di milioni di giovanissimi utenti dal momento che non è stato mai richiesto l'esplicito consenso da parte dei loro genitori, come prevede la legislazione vigente. Il riferimento è a una versione della piattaforma indirizzata specificamente ai bambini che però non ha mancato di attirare critiche: al suo interno sono stati rintracciati filmati violenti e scene con allusioni a sfondo sessuale.

YouTube e Google "rubano " i dati dei minorenni: negli Stati Uniti, le associazioni dei consumatori hanno puntato il dito contro la raccolta illegale dei dati dei minori per fini pubblicitari 09 aprile 2018 - agg. Leggeremo le accuse in profondità e valuteremo se ci sono cose che possiamo fare per migliorare.

"YouTube non è pensata per i bambini, per questo abbiamo investito in modo significativo nella creazione della App 'YouTube Kids' capace di offrire un'alternativa appositamente studiata per loro" fa sapere in una nota un portavoce di YouTube, rispondendo alle accuse.

Raccomandato: