Spid apre le porte del Fisco: cosa puoi fare con l'identità digitale

10 Aprile, 2018, 21:55 | Autore: Doriano Lui
  • Accesso diretto al Fisco online con la password unica Spid

Sottolineiamo che già ogni anno tutti gli istituti di credito sono obbligati a mandare al Fisco l'elenco dei conti correnti, dei risparmi, delle assicurazioni e, più in generale, della consistenza finanziaria e patrimoniale di ogni singolo cliente, ma con questa recente sentenza si consegna un'arma in più al temibile Ente di riscossione, che da oggi in poi sarà autorizzato a ficcare il naso a random tra i risparmi dei cittadini, accusandoli di evasione fiscale senza concedergli neanche il diritto di presunzione d'innocenza.

Le credenziali SPID aprono anche il Cassetto Fiscale: la novità, introdotta dall'Agenzia delle Entrate con il provvedimento del 9 aprile 2018, consentirà di accedere ai servizi online del Fisco in maniera facile e veloce. È la chiave unica di accesso alla pubblica amministrazione.

Spid diventa così una delle modalità di autenticazione per l'accesso ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate da parte di 7,3 milioni di utenti, dei quali 6,7 milioni, precisa altresì il Fisco con una nota, sono utenti che accedono a Fisconline. Fino a pochi giorni fa, per accedere a una singola amministrazione, che poteva essere l'Inps come il Comune, si aveva una password sempre diversa. Il Spid "rappresenta il documento di identificazione online del cittadino".

Si tratta di un ammodernamento importante, dal momento che la password unica, attivabile gratuitamente, potrà essere utilizzata anche su altri servizi online che hanno aderito all'iniziativa. "Un unico identificativo per iscrivere i figli a scuola; prenotare una visita in ospedale; richiedere il Bonus Mamma; registrare un contratto di locazione, presentare la dichiarazione precompilata". Inoltre la profilazione dei dati non è permessa, così da rendere ancora più sicuro l'intero sistema.

La richiesta dovrà essere effettuata registrandosi, a scelta, sul sito di uno degli 8 gestori di identità SPID (Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim, Register.it, Namirial, Intesa) e seguire i vari step per l'identificazione.

Già sei degli otto identity provider di SPID sono pronti al rilascio dell'identità digitale per gli iscritti all'AIRE. Infine, i contribuenti possono accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi e hanno la possibilità di rivolgersi a un Caf o di delegare un professionista.

L'utilizzo dei servizi sarà consentito con l'autenticazione SPID di livello 2 solo agli utenti (direttamente o tramite i loro incaricati) che abbiano preventivamente ottenuto la specifica abilitazione (Entratel/Sister) secondo le procedure attualmente in essere e pubblicate sul sito internet dell'Agenzia.

Raccomandato: