Terremoto, scossa di 4,6 gradi nelle Marche

10 Aprile, 2018, 17:07 | Autore: Piera Gizzi
  • Terremoto Macerata, scossa 4.6. 'Gravi danni, tornati al 2016'. Decine di repliche. Crollato campanile della chiesa di

Lo riporta l'Istituto nazionale di geosica e vulcanologia (Ingv). Oltre che nelle Marche, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria. La Protezione civile è in contatto con i sindaci delle zone terremotate, per il momento non sono stati segnalati danni.

Trenitalia ha sospeso momentaneamente la circolazione dei convogli sulla linea Civitanova-Macerata per svolgere dei controlli sulla linea. La circolazione dovrebbe riprendere in mattinata.

I comuni tra i 10 Km e i 20 Km dal centro del terremoto sono invece: Acquacanina, Sefro, Pioraco, Visso, Ussita, Castelraimondo, Fiuminata, Bolognola, Caldarola, Serrapetrona, Cessapalombo, Belforte del Chienti, Camporotondo di Fiastrone e Gagliole.

Tra le due scosse ci sono state altre 3 di ML attorno a 2.0.

Il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui, dopo la scossa, ha bloccato tutti gli accessi alla zona rossa, "tranne quelli delle ditte specializzate che stanno lavorando". Divieto in particolare per i cittadini che ancora oggi "vanno a recuperare oggetti personali dalle case inagibili". Pasqui sottolinea, ricordando le scosse dei giorni scorsi, "mi sembra che questo fenomeno sismico stia andando a crescere, non a diminuire".

A Muccia la scossa ha lesionato il piccolo campanile della Chiesa del '600 Santa Maria di Varano. Il sindaco Mario Baroni ha annunciato che sono in corso verifiche sulle poche abitazioni rimaste agibili. "In questi momenti - ha aggiunto De Micheli - stiamo mettendo in campo tutta l'assistenza necessaria alla popolazione".

Quattro famiglie sono state evacuate per i danni (crepe e cedimenti) e i rischi di stabilità interni di altrettanti immobili finora agibili a Pieve Torina (Macerata). L'ipocentro è stato individuato ad una profondità nel sottosuolo di 59 km. Le scuole a Pieve Torina rimarranno chiuse. Dopo il forte sisma del Centro Italia del 2016, nella zona di Muccia la terra era tornata a tremare con frequenza e intensità già da alcuni giorni. L'ultima di queste scosse ha avuto ipocentro a 2 km da Pieve Torina (Macerata).

Un "boato significativo, un rumore forte più che l'oscillazione": così alle 6,49 si è svegliata Ocre, il comune dell'Aquilano dove l'Ingv ha registrato una scossa di magnitudo 3.3. Alle 5,46 si è registrata una replica di 3.5.

Ore 8.52 - Molte repliche sismiche sono in corso. "Sono molto preoccupata. Lo stato di emergenza è stato prorogato fino al 30 di agosto, e credo che non appena ci sarà un nuovo governo sarà possibile prorogarlo ancora".

Quella di questa mattina è la più forte, ma non l'unica scossa di questi giorni.

Raccomandato: