Torino, trapianto di reni da donatore deceduto dializzato:primo caso in Italia

10 Aprile, 2018, 22:48 | Autore: Fausta Monteleone
  • Trapianto di rene da record in Italia: il primo da donatore dializzato

E' stato effettuato con successo un trapianto di rene su una donna da un donatore dializzato.

Il primo trapianto di rene è stato eseguito su una signora in dialisi dal 2013 perché colpita da nefropatia per calcolosi a stampo. Il donatore, deceduto in un ospedale piemontese per una patologia congenita, nel suo decorso in rianimazione è andato incontro ad un grave peggioramento della funzione renale, tale da spegnere completamente la funzione dei reni e necessitare di dialisi continua per parecchi giorni. Alla biopsia risultava un danno renale significativo ma potenzialmente regredibile, e il macchinario è infatti riuscito a migliorare la circolazione interna agli organi fino a farli tornare in uno stato che rendesse possibile il trapianto. L'intervento è riuscito e la funzionalità renale si è sbloccata dopo 15 giorni.

Per l'operazione si sono quindi unite le esperienze di diverse equipe, oltre quella degli anatomopatologi del professor Mauro Papotti quella dei chirurghi vascolari (diretti dal dottor Maurizio Merlo), degli Urologi (diretti dal professor Paolo Gontero) e degli anestesisti diretti dal dottor Pier Paolo Donadio.

Prova ne è l'eccezionale intervento che è stato effettuato non più tardi di due settimane fa all'ospedale Molinette [VIDEO]della Citta della Salute di Torino. Anche il secondo rene del donatore dializzato è stato utilizzato, ma a Novara, dove è stato inviato tempestivamente e trapiantato con successo.

"Dare l'ok al trapianto di quei reni è stato un atto corale di grande responsabilità medica".

Raccomandato: