Lufthansa in sciopero: cancellato un volo su due, coinvolti 90mila passeggeri

11 Апреля, 2018, 06:39 | Autore: Doriano Lui
  • Lufthansa cancella 800 voli in vista dello sciopero di martedì 10 aprile

Lufthansa ha cancellato 800 dei 1.600 voli programmati per martedì 10 aprile, a causa dello sciopero indetto dal sindacato Verdi negli aeroporti di Francoforte, Monaco, Colonia e Brema. La ripresa dei voli di linea è prevista per mercoledì 11 aprile.

Domani lo Sciopero del personale Lufthansa, ma non solo, metterà in ginocchio gli aeroporti tedeschi: cancellati 800 voli, 90mila passeggeri a terra, decine di voli a lungo raggio a rischio.

L'agitazione è stata indetta dal sindacato Verdi per riportare l'attenzione sugli stipendi dei 2,3 milioni di dipendenti del servizio pubblico. "Lufthansa - spiega Bettina Volkens, membro della Direzione Risorse Umane e Affari Legali della compagnia - non fa parte di questo scontro di contrattazioni collettive, ma purtroppo i nostri clienti e la nostra azienda sono colpiti dalle conseguenze di tutto ciò". Lufthansa ha pubblicato oggi online il programma alternativo di voli e invita i passeggeri a verificare lo stato dei loro voli sul proprio sito web prima di recarsi in aeroporto.

Dalle 5 alle 18 del 10 aprile si fermeranno i servizi di assistenza a terra, i servizi di supporto e parte dei vigili del fuoco nei quattro aeroporti coinvolti.

La notizia è stata resa nota da tabloid Bild, con riferimento principale al fatto che oltre 90mila saranno i passeggeri "vittime" di questa decisione.

AZIENDA, INACCETTABILE SCIOPERO, PAGANO PASSEGGERI "È assolutamente inaccettabile che il sindacato imponga questo conflitto a passeggeri non coinvolti". Inoltre, per le tratte interne in Germania è possibile utilizzare il treno, convertendo il loro ticket in uno della Deutsche Bahn, sempre su www.lufthansa.com.

Volkens, in un duro comunicato, attacca la protesta dei lavoratori: "La natura e la portata dello sciopero così diffuso e di una giornata intera sono inadeguate e irragionevoli in questo momento". Di qui l'appello a "politici e legislatori", affinché definiscano "regole chiare per gli scioperi e le azioni sindacali".

Raccomandato: