Terremoto nel Maceratese, i danni e le verifiche

12 Aprile, 2018, 04:50 | Autore: Fausta Monteleone
  • Demolizioni a Pieve Torina

La rilevazione è dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Sono in corso accertamenti per verificare se vi siano ulteriori danni sulle poche case rimaste agibili in paese: su 920 abitanti, 550 sono sistemati nelle cosiddette "Sae" - i moduli abitativi per l'emergenza -: 120-130 persone stanno in case agibili e il resto in sistemazione autonoma o da parenti. Secondo gli esperti la zona interessata dai terremoti di questi giorni si è attivata a fine ottobre 2016, quando sono avvenuti alcuni dei più forti eventi sismici della sequenza (magnitudo 5.4, 5.9 e 6.5). A Muccia, invece, è crollato il campanile di una chiesa. Lo riferisce il sindaco Mario Baroni. In particolare, il 4 aprile se ne erano registrate una di magnitudo 4 alle 4,19 e una di magnitudo 3.6 alle 20,41. Chiuse le scuole del vicino comune di Pieve Torina. Emanuele Tondi - primo cittadino a Camporotondo di Fiastrone e docente all'università di Camerino, nelle Marche devastate dal sisma del 2016 - ha provato a spiegare con parole e mappe quel che accadrà. Il territorio greco è spesso soggetto a scosse di terremoto di una certa intensità.

Paura, insicurezza e preoccupazione regnano sovrane all'interno del Comune di Muccia. Dopo l'allarme lanciato prima del terremoto de L'Aquila e questi ulteriori avvertimenti, c'è chi si chiede perché l'Italia non finanzi quindi la ricerca di Giampaolo Giuliani sul radon.

La cosa che attualmente crea allarmismo, è il forte impatto psicologico che tali scosse di assestamento hanno causato nell'animo dei maceratesi, ancora provati dalla forte esperienza vissuta due anni fa. Il terremoto - che si è fatto sentire pure in Umbria e nel Lazio - è infatti stato avvertito in diversi quartieri di Fano, tra cui Sant'Orso, San Lazzaro, Vallato e la zona dei Passeggi.

Trenitalia ha deciso di sospendere a scopo precauzionale la circolazione lungo la linea interna Civitanova Marche-Macerata per effettuare controlli sulla tenuta della strada ferrata.

Raccomandato: