Venti di guerra tra Usa e Russia: lo scontro è vicino

13 Апреля, 2018, 14:58 | Autore: Doriano Lui
  • Venti di guerra soffiano sulla Siria, la Russia agli Usa: se attaccherete noi reagiremo

"Preparati Russia perché arriveranno, belli e nuovi e 'intelligenti!' Non dovresti essere alleata di un animale che si diverte a uccidere il suo popolo!".

La Camera bassa del Parlamento russo esaminerà la settimana prossima una proposta di legge che prevede il bando delle importazioni di una serie di prodotti e servizi statunitensi, in risposta alle sanzioni contro Mosca disposte da Washington. "Non c'è ragione per questo", aggiunge il presidente degli Stati Uniti.

La risposta del Cremlino non si è fatta attendere: "I missili li usino contro i terroristi".

Onu, bocciate risoluzioni per un'inchiesta sull'uso di armi chimiche - Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu, invece, ha bocciato la terza bozza di risoluzione sulla Siria presentata dalla Russia, che chiedeva di sostenere specificamente l'invio degli investigatori dell'Opac a Douma per indagare sul presunto attacco chimico con bombe al cloro. E va tenuta anche presente "la possibilità di un'interruzione intermittente delle apparecchiature di radionavigazione". Questo significa che i missili "smart" di cui il presidente Donald Trump ha parlato in un tweet per il momento non "stanno arrivando" (il virgolettato è di quello stesso tweet in cui Trump minacciava Mosca di colpire presto, dopo che i russi avevano avvisato a loro volta gli americani di voler abbattere qualsiasi aereo o missile sulla Siria e anzi di voler bombardare i punti di lancio; dunque i battelli della US Navy). Tuttavia Pompeo si è detto ottimista sull'esito.

Trump cancella la sua partecipazione all'ottavo summit delle Americhe a Lima e 'resterà negli Usa per sovrintendere alla risposta americana alla Siria'.

Gli Stati Uniti sono pronti, quindi, a sferrare l'attacco e a punire il regime di Assad, reo secondo la Casa Bianca di usare armi chimiche contro la popolazione.

Proprio ieri si è riunito il Consiglio per la Sicurezza Nazionale Usa, presieduto dal vice presidente Mike Pence.

In attesa delle decisioni e delle mosse di Trump, il fronte mediorientale è in pieno movimento, con l'incognita della reazione dei russi, che finora non hanno mai utilizzato i sistemi anti missile S-400. Siriani, russi e iraniani hanno messo in stato d'allarme le basi temendo un possibile attacco. Così come l'avvertimento del leader turco Recep Tayyip Erdogan, alleato di Russia e Iran in Siria ma ostile ad Assad: "Chiunque abbia compiuto il massacro a Douma ne pagherà il prezzo, e sarà certamente alto". "Alla fine il buon senso dovrebbe prevalere sulla follia", ha aggiunto. E concludendo: "Ci aspettiamo che, in caso di attacchi americani, le vite dei nostri uomini non siano messe in pericolo". Non solo sul suo affaire con la pornostar Stormy Daniels.

Raccomandato: