Alessandro Di Battista: "Al Quirinale Salvini accanto a Berlusconi sembrava Dudù"

14 Aprile, 2018, 12:38 | Autore: Santina Resta
  • M5s Alessandro Di Battista vergognoso

Si è fatto da parte, ha lasciato la scena a Luigi Di Maio e ha deciso di non correre per il Parlamento in questa legislatura - anche per tenersi un secondo mandato da sfruttare come candidato premier, dicono i maliziosi - ma Alessandro Di Battista continua a tirare bordate.

"Io considero da 25 anni Berlusconi e ancor di più il "berlusconismo "con tutte le sue manifestazioni successive (il renzismo ne è una delle tante) il male assoluto del nostro Paese". Non tollero che il mio Paese sia ancora - oscuramente - governato da quei soggetti che l'hanno portato alla rovina. Non tollero che una Repubblica fondata sul lavoro sia stata trasformata in una Repubblica fondata sul ricatto politico.

Il grillino, dunque, si è domandato quale arma abbia in mano Berlusconi - oltre alle televisioni - per tenere saldamente con sé la Lega.

"Per me non va bene Berlusconi e non va bene Forza Italia". Intervistato dal quotidiano Primo Piano, l'ex Cavaliere ha di nuovo ribadito che Forza Italia vuole avere un ruolo da protagonista nel prossimo Governo. "Perché fino a che lui, da una villa in Sardegna o da un palazzo romano, potrà porre veti o ricattare altre forza politiche quelle leggi che creerebbero giustizia sociale, lavoro e legalità non vedranno mai luce". Di Battista ha aggiunto che "Renzi e Berlusconi sono la stessa cosa". E non ha avuto nulla da dire quando M5s ha votato candidata di Berlusconi a presidente Senato.

E nella giornata di oggi non si è fatta attendere la controreplica di Silvio Berlusconi che, protagonista a Termoli nel suo tour elettorale in vista delle elezioni in Molise, sembra aver messo la pietra tombale su qualsiasi possibilità che Forza Italia si faccia da parte per favorire quel "governo del cambiamento" che Di Maio invocava assieme alla Lega. "Indignato a giorni alterni", conclude.

Ed ecco che, giovedì 19 aprile, l'esponente del centrodestra sarà prima ad Agnone, alle ore 20, e poi alle 21:30 a Isernia per il comizio finale. "Proviamo una pena infinita per il livello infimo toccato da Di Battista". Chiude Mara Carfagna: "Di Battista è un barile pieno di veleno, di odio, di insulti".

Raccomandato: