Addio al regista Vittorio Taviani

15 Апреля, 2018, 13:44 | Autore: Santina Resta
  • E' morto a Roma il regista Vittorio Taviani

Fratello maggiore di Paolo, Vittorio era nato a San Miniato in Toscana il 20 settembre del 1929. Con lui se ne va un pezzo di storia del cinema italiano. Il regista era malato da tempo. Per volontà della famiglia non ci saranno camera ardente ne funerali ma il corpo del regista verrà cremato in forma strettamente privata.

Attivi fin dagli anni 60, i fratelli Taviani hanno raccontato le mille sfaccettature e contraddizioni dell'Italia. Dopo gli studi in Legge, assieme al fratello Paolo ha realizzato documentari a sfondo sociale e poi, influenzato dal neorealismo, esordirà al cinema nel 1962 con Un uomo da bruciare. Tra i loro film più noti 'Allonsanfan', 'Padre padronè, 'La notte di San Lorenzò, 'Kaos'. A 83 anni, per vittorio Taviani è arrivato un nuovo, importante riconoscimento: nel 2012 insieme al fratello vince l'Orso d'Oro al Festival di Berlino (mancava al cinema italiano dal 1991, quando andò a La casa del sorriso di Marco Ferreri) con 'Cesare deve morire'. Condizioni fisiche che già gli avevano impedito di girare, insieme all'inseparabile compagno professionale e parente, il film Una questione privata - dall'omonimo romanzo di Beppe Fenoglio - firmato infatti solo da Paolo, ma creato comunque sotto il fidato consiglio di Vittorio.

Raccomandato: