Vinitaly 2018 la Cantina dei Vini Tipici dell'Aretino protagonista

15 Апреля, 2018, 06:54 | Autore: Santina Resta
  • Vinitaly a Verona

Le esportazioni di vino umbro all'estero hanno superato nel 2017 quota 34 milioni di euro, con un aumento del 2,3 per cento, rispetto all'anno precedente. Dal 15 al 18 Aprile Verona diventerà la capitale italiana del vino.

"Straordinarie convergenze e stimolanti prospettive commerciali ci portano anche quest'anno a Vinitaly: da sempre collaboriamo con le più importanti cantine e molti dei nostri prodotti sono aromatizzati con vini e distillati pregiati". Si preannuncia un'edizione ricca di record, aumentata del 25% la presenza di espositori esteri che si esibiranno nel padiglione International Wine Hall e tutto esaurito nel resto degli spazi del quartiere fieristico di VeronaFiere già da fine 2017. Tra questi la presentazione del progetto "spumantizzato" "Novebolle Romagna Doc Spumante & Progetto Bolè", curato assieme a Terre Cevico e Caviro; i panel degustativi curati insieme ad AIS Romagna dedicati al Romagna Albana Docg (domenica 15) e al Romagna Sangiovese Doc (martedì 17 e mercoledì 18), fino ad arrivare alla presentazione dei libri dedicati sempre all'Albana - scritto da Giovanni Solaroli e Vitaliano Marchi (martedì 17) - e al Sangiovese - scritto da Giordano Zinzani e Beppe Sangiorgi (mercoledì 18).

Sarà presente anche il Consorzio Vino Chianti con 142 aziende presenti, di cui 52 con un proprio stand, un' area espositiva di ben 300 metri quadri e un desk istituzionale ad hoc dedicato al Vin Santo del Chianti, con 60 etichette, per il terzo anno consecutivo.

Intanto, le curiosità del vino Made in Italy saranno protagoniste all'inaugurazione del Vinitaly nello stand della Coldiretti con le esperienze più originali dalla vigna alla cantina, dall'imbottigliamento all'etichettatura. "Formazione Oggi e domani ... i progetti delle Donne del Vino dell'Emilia-Romagna".

In cinquant'anni - ha osservato ancora Pepe - "abbiamo strutturato una comunità enoica regionale di qualità, abbiamo una realtà aziendale vivace composta da oltre duecento cantine che imbottigliano sul nostro territorio e poi una serie di Doc e numerose e importanti ricerche, come quella sulla Passerina e quella sulle produzioni autoctone". Con la guida dell'enologo Lorenzo Landi e del giornalista Gianni Fabrizio, un viaggio alla scoperta dei cambiamenti e delle evoluzioni dell'invecchiamento del Vino Nobile di Montepulciano. Quello di Cortona, la città toscana che dà nome anche alla denominazione.

Ruolo centrale per l'azienda anche nell'appuntamento di lunedì 16 aprile alle 14, organizzato dal Consorzio Produttori Vitivinicoli, sotto la cui insegna S&M Petrillo sarà a Verona.

Raccomandato: