Casa » Sport

Nicchi: "Rischio Calciopoli, vogliono mettere le mani sugli arbitri"

16 Апреля, 2018, 12:37 | Autore: Eufebio Giannola
  • Real Madrid vs Juventus

Tiene banco in casa Aia la Riforma voluta dalla Federazione, che prevede di privare gli arbitri del 2 per cento dei voti in Consiglio Federale e nelle assemblee elettive. Invece, accusa Nicchi, quello che importa è "togliere il 2% della nostra rappresentanza nel Consiglio Federale: è incredibile e imbarazzante".

Ha poi spiegato il riferimento allo scandalo che ha travolto il mondo del calcio italiano nel 2006: "Il nesso con Calciopoli è che qualcuno vuole mettere le mani sugli arbitri".

" E' una decisione antidemocratica, perché elimina un diritto di voto meritatamente acquisito che è contrario a una legge dello Stato (la Melandri), agli statuti del CONI e della FIGC". L'arbitro deve votare perché è un diritto democratico, non capisco dove sia il pericolo. "Buffon è un grande campione che si avvia ad una bellissima carriera dirigenziale, ma a certi livelli bisogna stare attenti a cosa si dice perché ci sono i ragazzi che ascoltano", ha aggiunto nel corso del suo intervento a Radio Anch'Io Sport su RadioUno. Anche domenica scorsa un ragazzo di 18 anni è stato picchiato da un energumeno di 32, è andato all'ospedale e nessuno dice niente.

GOL MUNTARI - E' ovvio che se all'epoca ci fosse stata la Var quell'errore non ci sarebbe stato. Poi ci sono gli organi che devono giudicare. Io tutti i giorni sono in tutta Italia a seguire la base, non i grandi che non hanno bisogno di essere difesi. Se fosse successo in Italia avrei difeso l'arbitro, che non può essere offeso e minacciato né prima, né durante e né dopo. Le valutazioni vanno fatte come per i calciatori, chi fa il designatore segue l'arbitro nella sua crescita giorno dopo giorno. Quando ci sono dei dubbi devono andare al monitor, ma non lo possono fare ogni volta che c'è un episodio da rivedere. Decide comunque sempre l'arbitro in campo e questo è un caposaldo.

Ha inoltre elogiato la classe arbitrale italiana: "Ieri si è confermato che i nostri arbitri sono di grande valore e spessore tecnico sono il fiore all'occhiello di una Federazione che allo stato attuale non esiste". Non ho sensazioni di contrarietà al VAR, ma anzi si chiede di migliorarla e ora si va in campo più sereni: dai protagonisti in campo, ai tifosi.

" Si migliora sulla conoscenza approfondita dello strumento, a Coverciano abbiamo un simulatore in tal senso".

Raccomandato: