Salvini a Calenda: mai al governo con il Pd

16 Апреля, 2018, 15:21 | Autore: Santina Resta
  • PALAZZI & POTERE MEGAMEDIA PD sotto quota 18 crescono M5S e Lega

In attesa che il presidente della Repubblica si pronunci sulla formazione del nuovo governo, le grandi manovre dei partiti vengono allo scoperto.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, è certamente uno dei più dinamici (e giovanissimi, nel senso che è entrato da poco nel partito) membri del Pd in questo periodo di tensioni, spaccature e indecisioni sul prossimo futuro dei dem. Questa mattina su Repubblica ha lanciato la sua ricetta per provare ad uscire dalla crisi: su Twitter, area preferita del ministro, l'ha ribattezzata lui stesso la proposta di un "Governo di transizione sostenuto da tutte le forze politiche".

Salvini, alle parole di Calenda, replica così: "Io dialogo con tutti, ma l'unico punto fermo è che con il Pd non si può fare nulla". Cambiare la legge Fornero con chi l'ha difesa, per espellere i clandestini con chi li ha fatti entrare?

"Quello che Di Maio giudica un danno, il centrodestra unito - ha sottolineato il leader del Carroccio - è quello che gli elettori hanno premiato col voto il 4 marzo: chiedo al MoVimento 5 stelle di avere rispetto per gli elettori". Spero che gli altri la smettano di litigare.

E in tema di elezioni, il capo politico della Lega rincara la dose: "Ogni voto conta: noi pensiamo che da queste regionali possa venire un segnale nazionale di chiarezza e di cambiamento". "Pensava di avere già la vittoria in tasca qui in Molise e invece è testa a testa". La presa di posizione della candidata a sindaco del Pd di Umbertide ci sembra, quindi, quanto mai tardiva e poco credibile: ci chiediamo dove era la signora Avorio quando la Lega raccoglieva firme per dire NO alla moschea e perché non abbia sottoscritto i nostri moduli. Non ci stupiremmo se il Pd ci chiedesse un'alleanza di governo ma i cittadini stiano pure tranquilli, che non accetteremmo mai tale proposta: "la coerenza, la credibilità sono valori imprescindibili per la Lega". "Difficile capire su quali basi un simile accordo potrebbe reggersi".

Raccomandato: