Bimbo leucemico smette le cure: comincia a guarire da solo

17 Апреля, 2018, 17:42 | Autore: Fausta Monteleone

Le avevano provate tutte, ma le condizioni di Julian continuavano a peggiorare. Così che alla fine hanno deciso di abbandonare le cure. In ambito scientifico, parlare di 'miracolo' è qualcosa di estremamente raro e non contemplato, ma nel caso di Julian, questo è il nome del bambino, gli stessi medici hanno utilizzato questa definizione dopo che il loro piccolo paziente, malato di una grave forma di leucemia, ha iniziato a guarire da solo dopo la sospensione delle loro cure. Ma il piccolo non solo ha festeggiato il 25 dicembre, ma è anche migliorato: la sua leucemia linfoblastica acuta è evoluta in leucemia mieloide acuta, una forma guaribile di cancro. I medici quando hanno scoperto questa bella notizia hanno gridato al miracolo perché come riporta Tgcom, il caso di Julienuno su sette miliardi". Dopo la diagnosi, il suo giovanissimo corpo è rimasto paralizzato. Dopo un trapianto di midollo osseo e vari cicli di chemio, i medici l'anno scorso avevano deciso di interrompere le cure. Ma il cancro era sempre tornato.

"Non riuscivamo a crederci, ha raccontato Aneta, la mamma di Julian. Ho dovuto dirlo anche al fratellino di Julian di quattro anni". Arrivo un momento in cui anche i medici fanno chiaramente capire che Julian non ce l'avrebbe fatta neanche "a superare Natale". Anche perché non sarebbe più stato sottoposto ad alcun trattamento, dato che niente pareva più essere efficace.

Ma quando genitori e medici avevano ormai perso tutte le speranze, Julian ha cominciato improvvisamente a guarire. Per mesi ci avevano detto di prepararci al peggio, alla morte di nostro figlio. Julian non solo era ancora vivo ma le sue condizioni di salute erano migliorate. Il cancro di Julian è regredito del 50% e la la leucemia è passata da linfoblastica acuta a mieloide acuta. Ora è ricoverato al Manchester Children's Hospital ed è nuovamente stato sottoposto a un ciclo di chemioterapia: se dovesse funzionare, il bimbo si sottoporrà ad nuovo trapianto di midollo osseo che, stavolta, potrebbe guarirlo definitivamente.

Raccomandato: