Casa » Sport

Gattuso avvisa il Milan: "Torino rognoso, servirà grande prestazione. Su Kalinic…"

17 Апреля, 2018, 17:45 | Autore: Eufebio Giannola
  • Rino Gattuso

Gattuso non vuol sentire parlare di mercato in questo momento decisivo della stagione, ma sa che servono alcuni colpi per migliorare la rosa in vista di una prossima stagione nella quale dovranno arrivare maggiori soddisfazioni per i rossoneri. Giochiamo da vera squadra, ma è vero che per completarci dobbiamo migliorare nel finalizzare. Servirà una grande prestazione contro una squadra che ha cuore e senso d'appartenenza. Inoltre noi contro il Napoli abbiamo speso tante energie. "Dobbiamo riproporre quello che abbiamo fatto, non dobbiamo fare nessun passo indietro".

"È molto più bello il Milan delle ultime 2-3 partite fatte sulla gestione della palla e sull'autorità rispetto a quello di tre mesi fa". Belotti sa attaccare bene l'area. "Quando stanno bene possono mettere in difficoltà chiunque". Ai tempi dissi che dopo Sheva era uno che mi aveva impressionato. "Si vedeva già da Palermo che sarebbe diventato da Nazionale".

Rino Gattuso alla vigilia di Torino-Milan, turno infrasettimanale che dirà tanto sul posizionamento in campionato dei suoi, in conferenza stampa ha presentato così la sfida ai granata:"Leggendo la rassegna stampa che mi danno, state cavalcando l'onda che stiamo facendo pochi gol". Poi non si deve sottovalutare che quando dico che la coperta è corta è perché per giocare in modo organico dobbiamo coprire campo e stiamo chiedendo qualcosa in più agli attaccanti nel rimanere compatti. "Seedorf è stato il mio salvagente, un giocatore incredibile". Fosse necessario, staremo là a combattere e faremo di tutto per convincerlo a stare con noi.

NUOVO RUOLO ALLA PIRLO - "E' uno che potrebbe giocare 'alla Pirlo'". Lui vi riempite gli occhi per il lancio che fa, ma lui può buttare giù le cose. Ma possiamo fare tante cose, anche Suso può agire da mezza punta. "È un Milan diverso e andiamo a proporre qualcosa con grande personalità". "È da un po' di tempo che viene massacrato e mi sono arrabbiato per i fischi che San Siro gli ha rivolto". "Dopo quel piccolo problema in allenamento ci ha messo ancora più voglia".

"Questa è una squadra in cui arriveranno pochissimi giocatori, sono contento così perché i miei sono i migliori al mondo". È un giocatore che quando sta bene esprime forza fisica.

Raccomandato: