Netflix: il numero di abbonati raggiunge quota 125 milioni

17 Aprile, 2018, 14:52 | Autore: Piera Gizzi
  • Netflix fa ancora record di nuovi abbonati e vola a Wall Street

Nel dettaglio, Netflix ha archiviato il primo trimestre fiscale del 2018 con un fatturato che, a 3,7 miliardi di dollari, è cresciuto anno su anno del 40%, così come l'utile netto, a 290 milioni di dollari, è aumentato anno su anno del 63%. Il 2018 per Netflix si è aperto nel migliore dei modi come dimostrano i risultati del primo trimestre dell'anno condivisi proprio oggi, che confermano una ulteriore crescita globale della piattaforma che, adesso, può contare su ben 125 milioni di abbonati. Da un lato Amazon che continua a produrre serie originali e programmi di successo, e dall'altra colossi del calibro di Apple e Facebook che da tempo hanno scelto di investire nella produzione di contenuti video originali.

Il numero totale di abbonati si attesta, infatti, a 125 milioni. Dei 7,4 milioni di nuovi abbonati, 1,9 milioni sono clienti residenti negli Stati Uniti, mentre i restanti 5,5 milioni di abbonati sono stati acquisiti da Netflix a livello internazionale.

Netflix, il colosso della Tv in streaming, non smette di crescere non solo dal lato economico e finanziario, ma anche da quello legato agli abbonamenti ai servizi. Gli operatori temevano che Netflix non fosse in grado di mantenere elevati tassi di crescita degli utili, dei ricavi e degli abbonati, ed invece sono stati smentiti anche perché sulla crescita del giro d'affari è stato determinante il ritocco verso l'alto del listino prezzi.

Tuttavia, da considerare è il dato relativo al flusso di cassa (cash flow).

Netflix, infatti, stima di investire fino a 8 miliardi di dollari per i vari contenuti. I ricavi sono attesi attestarsi a 3,93 miliardi di dollari, con un utile di 79 cent per azione: si tratta di previsioni superiori alle attese degli analisti. Ryan Murphy, a tal proposito, è stato già ingaggiato per 300 milioni di dollari.

Raccomandato: