Scheletro a Milano, trovato in un ex deposito ferroviario dopo 27 anni

17 Aprile, 2018, 19:06 | Autore: Santina Resta
  • Trovato uno scheletro a Milano vicino i documenti di un uomo scomparso nel'91   
                       
                
         Oggi alle 13:28

Sul luogo del ritrovamento, un sotterraneo in cui passano tubi per il riscaldamento della stazione, sono stati trovati tra l'altro segni di un incendio: lo scheletro potrebbe dunque appartenere anche a un'altra persona, morta per circostanze da appurare.

Trovato vicino alla Stazione Centrale di Milano lo scheletro di un clochard morto nel 1991. A Milano. Uno scheletro è stato trovato questa mattina all'interno di un ex deposito ferroviario tra viale Lunigiana e via Sammartini. Il ritrovamento delle ossa è avvenuto intorno alle 7 del mattino del 17 aprile da un clochard che cercava riparo. Il documento appartiene a Umberto Barresi. Al momento non è ancora possibile però risalire alla vera e propria identità, anche se andare un primo indizio sono i documenti trovati al suo fianco appartenenti ad un uomo di 75 anni affetto da problemi psichici, originario di Enna ma da tempo residente a Milano del quali sono perse le tracce nel 1991. In questi ventisette anni Barresi avrebbe vissuto almeno una parte della sua vita nel capoluogo lombardo, da invisibile, tanto che della sua morte per un lungo periodo non si è accorto nessuno fino a stamattina. Difficile stabilire il sesso viste le condizioni in cui sono stati ritrovati i resti, ma accanto alle ossa vi era un documento di identità.

Sul posto sono intervenuti gli esperti della Scientifica e l'antropologa forense e medico legale Cristina Cattaneo, oltre agli investigatori della Squadra mobile che stanno svolgendo le indagini. Le sue ossa, hanno fatto sapere le autorità, erano leggermente disassemblate e sembra siano state bruciate da un incendio.

Raccomandato: