Casa » Sport

Tracollo Lazio: biancocelesti ko 4-1 a Salisburgo. Inzaghi saluta l'Europa

17 Aprile, 2018, 10:39 | Autore: Eufebio Giannola
  • Salisburgo Lazio cronaca diretta risultato in tempo reale

Salisburgo-Lazio è una delle partite di Europa League 2018 in programma domani, giovedì 12 aprile (ore 21.05), valide per i quarti di finale di ritorno del torneo.

Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo la sconfitta di Salisburgo: "Una volta andati in vantaggio abbiamo preso l'1-1 subito e poi c'è stato quel blackout che non ci voleva".

Lancio dalle retrovie di Caleta-Car per Hwang che sfrutta un'incomprensione di De Vrij e Radu per battere senza problemi in diagonale Strakosha. Da segnalare l'assist spettacolare di Luis Alberto. Il fulmine a ciel sereno scagliato dall'attaccante israeliano spaventa gli aquilotti, che indietreggiano e regalano campo al Salisburgo.

Su capovolgimento di fronte, immediato e repentino, Haidara calcia da distanza siderale, l'albanese Strakosha non si oppone al meglio e consegna il vantaggio alla compagine di Marco Rose: 2-1. Al 5′ di gioco Hawn taglia centralmente e calcia da pochi metri; Strakosha è però attento a respingere. In semifinale ci va il Salisburgo, i Biancocelesti sono chiamati subito a reagire perché domenica c'è un derby importantissimo. La prima occasione per i biancocelesti arriva al 41': Milinkovic-Savic scodella un pallone per l'inserimento in area di Immobile che liscia però la conclusione al volo. Solito ballottaggio a trequarti tra Luis Alberto e Felipe Anderson (con il primo ancora favorito) nel ruolo di vice Immobile, mentre a centrocampo torna Parolo. Al 40° prima buona chance per gli uomini di Inzaghi, Immobile calcia ma il portiere Walke non si fa sorprendere. Munas Dabbur, infatti, salta con troppa facilità Stefan de Vrij, incrocia con il sinistro e, complice la deviazione di Luiz Felipe, beffa Strakosha. Al 71', durante un ottimo momento del Salisburgo la Lazio scappa via in contropiede grazie ad un grande sprint di Felipe Anderson, che serve Luis Alberto solo al limite dell'area, ma il destro dell'ex Liverpool viene bloccato senza problemi da Walke. Vantaggio che dura appena due minuti, fino al pari di Dabbur, su una disattenzione difensiva generale e deviazione di Luiz Felipe. In effetti, il muro laziale c'è, ma è un muro part time crollato nella seconda parte della partita. Al 31′ altro cambio modulo del Salisburgo, che passa ad un 4-3-3, con Yabo in posizione di ala sinistra. Un minuto e ci prova Caleta Car di testa, che salta più in alto di tutti, ma che non inquadra lo specchio. Questa serata ci servirà da lezione per crescere - prosegue Inzaghi - la nostra è stata comunque una bellissima cavalcata, emozionante, condivisa con i tifosi e i ragazzi. Accesso alle semifinali anche per l' Atlético Madrid e per l'Arsenal.

Raccomandato: