Voto di scambio, arrestato il deputato regionale Giuseppe Gennuso

17 Aprile, 2018, 09:27 | Autore: Santina Resta
  • Ars, 400 dipendenti esterni costano oltre 11 milioni

Il consigliere regionale siciliano Giuseppe Gennuso è stato arrestato lunedì sera con l'accusa di voto di scambio, aggravata dal metodo mafioso. I carabinieri del comando provinciale di Siracusa hanno notificato a Gennuso il provvedimento di arresti domiciliari. L'inchiesta è condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania e vede coinvolte altre persone. Al momento, al di là dell'ipotesi di reato, ai tre viene contestato il 416 Ter, è difficile capire quali siano stati i presunti rapporti tra il deputato Gennuso ed i due avolesi.

Ai domiciliari è anche Massimo Rubino, considerato un procacciatore di voti. E' l'ennesimo deputato dell'Ars finito sotto inchiesta da parte di una delle Procure siciliane con l'accusa di reati elettorali.

In quell'occasione Gennuso era stato eletto con 6.567 preferenze nel collegio di Siracusa.

Nei giorni scorsi la Dda di Catania aveva chiesto l'archiviazione nei confronti di quattro indagati in un'altra inchiesta per tentata estorsione in cui Gennuso figurava come parte lesa. Si tratta di Giuseppe Gennuso, 65 anni, della lista di centrodestra Popolari ed Autonomisti.

Raccomandato: