Assicurazioni e polizze vita, la Cassazione non transige "Senza garanzie, sono investimenti"

09 Mag, 2018, 10:24 | Autore: Fausta Monteleone
  • Ania: natura assicurativa polizze vita non è in discussione

Bisognerà valutare come si assesterà il mercato dopo questa sentenza della Corte di Cassazione sulle polizze "unit linked".

La differenza tra polizze assicurative e contratti di investimento sta nella salvaguardia dell'integrità del capitale investito, che non può essere messo a rischio ed addossato all'investitore: se viene a mancare la garanzia della conservazione del capitale alla scadenza, il prodotto oggetto dell'intermediazione - dice la Cassazione - deve essere considerato un vero e proprio investimento finanziario da parte degli assicurati e non una polizza assicurativa sulla vita. La precisazione ha a che fare con le polizze sottoscritte attraverso società fiduciarie.

Una differenza sostanziale, tenuto conto che le polizze assicurative sulla vita sono generalmente ritenute forme d'investimento appetibili visti i vantaggi derivanti dal loro regime fiscale, sia in termini di imposta di successione sia di differimento della tassazione dei rendimenti.

Diverso è però il parere dell'Ania, l'Associazione nazionale delle imprese assicuratrici, che afferma come la sentenza della Cassazione si riferisca in realtà a un caso specifico e non prenda invece posizione sulla qualificazione dei contratti assicurativi sulla vita. Questa decisione sembra essere a tutela dei consumatori perché il rischio non ricade più sull'assicurato ma sull' assicuratore.

Il vizietto delle compagnie di assicurazioni di camuffare spacciando per polizze vita, (la "polizza" è l'investimento che fa assumere alla compagnia l'assunzione del rischio di performance e la protezione del capitale), rischiosi prodotti finanziari di investimenti ordinari, che non garantiscono la restituzione del capitale "investito", è stato scoperto e smontato dalla Suprema Corte di Cassazione con la sentenza 10333/2018 (pubblicata il 30 aprile 2018), a conferma di una pronuncia della Corte di Appello di Milano. Tutto questo finora. "Le conseguenze della sentenza andranno valutate nel dettaglio (l'Ania si è riservata di analizzarne le conseguenze), ma certamente nel breve l'attività commerciale subirà un rallentamento", ha spiegato Giuseppe Mapelli, analista Equita del settore assicurativo, a Repubblica. Le polizze sulla vita sono contraddistinte da garanzie di tipo finanziario e demografico, cioè legate alla vita dell'assicurato (esempio: caso morte e conversione in rendita).

Raccomandato: