Camorra e movida: arrestati tre imprenditori napoletani

09 Mag, 2018, 12:26 | Autore: Santina Resta
  • La camorra coltiva marijuana nella Marsica

La Direzione investigativa antimafia del capoluogo campano sta eseguendo una misura di custodia cautelare emessa dal gip partenopeo nei confronti di tre fratelli, Gabriele, Francesco e Giuseppe Esposito, noti imprenditori con interessi nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli, delle agenzie di scommesse, della ristorazione e proprietari di in un celebre locale per serate danzanti ed eventi musicali. Per tutt'e tre il reato contestato è quello dell'intestazione fittizia di beni con l'aggravante di averlo fatto per agevolare l'attività dei clan camorristici Sarno e Contini. La Dia sta eseguendo il sequestro di numerose attività commerciali, depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli situati situati a Napoli, in provincia e nel Casertano, un bar-ristorante, un'agenzia di scommesse nella zona centrale di Napoli. Pepe Reina, il portiere della squadra di Maurizio Sarri, che a fine stagione andra' via, aveva organizzato una festa per salutare i suoi compagni di squadra.

Si tratta di una indagine nel corso della quale sono state verificate eventuali relazioni pericolose tra gli imprenditori ritenuti al soldo della camorra ed ipotesi di combine calcistiche: un'ipotesi che è stata scartata dagli stessi investigatori, che non hanno rinvenuto riscontri a proposito di tentativi di combine. In passato infatti si rivolsero ad Ettore Bosti, elemento apicale del clan Contini (attualmente in carcere per una condanna a 20 anni per 416bis e droga) per ammorbidire una richiesta di estorsione di Salvatore Maggio. I tre imprenditori finiscono dunque ancora nel mirino della magistratura, a meno di un anno da una precedente ordinanza cautelare, poi annullata in sede di Riesame.

Gli inquirenti spiegano che i fratelli Esposito frequentavano soggetti legati alla criminalità organizzata con cui organizzavano scommesse su partite di calcio, viaggi e serate nei più noti locali di Napoli.

Raccomandato: