Casa » Sport

Diritti tv: il tribunale di Milano annulla bando Mediapro

09 Mag, 2018, 12:38 | Autore: Eufebio Giannola
  • Il bando per i diritti TV della Serie A è da rifare lo stabilisce il giudice

E serie A nel caos totale. Ora Mediapro, assistita dal legale Luca Ferrari (studio Withers) ha a disposizione quindi giorni per presentare ricorso alla sentenza del giudice Claudio Marangoni: negli scorsi mesi l'azienda spagnola aveva messo sul piatto un'offerta superiore di 1000 euro alla richiesta minima della Lega Serie A per l'assegnazione dei diritti televisivi per il triennio 2018-2021. Il Tribunale civile di Milano ha confermato la sospensione del bando dei diritti tv presentato da Mediapro perché in conflitto con le attuali norme Antitrust.

L'assegnazione dei diritti tv per il prossimo triennio del campionato di Serie A è piombata nel caos. La palla torna agli spagnoli di Mediapro che dovranno riscrivere un nuovo bando che dovrà tener conto degli aspetti critici segnalati dal Tribunale di Milano.

La precedente scadenza del 21 aprile, data entro la quale si potevano presentare le offerte per acquistare i diritti tv da Mediapro, non è più valida. Quattro club della A spingevano per adottare una linea dura affinché, dopo le due settimane di attesa, si procedesse alla rescissione automatica del contratto con Mediapro.

Stamattina, il Presidente della Sezione Imprese Claudio Marangoni ha depositato il provvedimento con cui ha confermato la sospensione d'urgenza del bando di Mediapro, ottenuta da Sky il 16 aprile scorso. Sky intende continuare a garantire agli abbonati un prodotto di qualità, nella piena libertà e autonomia giornalistica e editoriale in un sistema non discriminatorio e di libera concorrenza fra gli operatori.

Raccomandato: