Google lancia Android Things, sistema operativo per oggetti

09 Mag, 2018, 14:59 | Autore: Piera Gizzi
  • Sure app smartphone telecomando

La riduzione (o quantomeno l'ottimizzazione) del tempo di utilizzo dei dispositivi tecnologici pare stia diventando un mantra anche per Google.

Cambia il sistema operativo e cambia l'interfaccia utente: con Android P ci sarà un nuovo indicatore per la home e per navigare tra le app aperte.

LG Electronics, Xiaomi Technology e altri produttori di smartphone inizieranno a integrare l'intelligenza artificiale nei propri dispositivi a fini pratici, Per esempio consentendo che gli utenti possano consultare recensioni per un capo di abbigliamento inquadrandolo con la camera dello smartphone. In questo caso non si riceverà alcuna notifica e lo schermo assumerà la colorazione a scala di grigi.

Gli sforzi riversati nello sviluppo dell'intelligenza artificiale li ritroviamo anche nelle altre aziende di Alphabet - società madre di Google: dal laboratorio di ricerca DeepMind di Londra all'unità di guida autonoma Waymo. Duplex è riuscito a comprendere le spiegazioni e, addirittura, a chiedere se senza prenotazione l'attesa per sedersi al tavolo fosse lunga o meno. Una pecca della piattaforma Android TV è che viene aggiornata molto lentamente ma, forse per via dei sempre piu' prodotti che ne fanno uso, Google ha promesso che aggiornerà Android TV anche introducendo nuove funzioni con maggiore frequenza.

L'aggiornamento software è un tema centrale secondo Google. Sto parlando dell'Adaptive Brightness, ossia della luminosità adattiva che ora non si baserà solo sulla luce ambientale ma anche sulle abitudini dell'utente.

Con una scheda tecnica di assoluto rilievo, in particolare grazie alla presenza del potente Snapdragon 845, lo OnePlus 6 si candida al ruolo di smartphone ideale per sviluppatori di applicazioni ed 'early adopters' che intendono essere fra i primi mettere le mani sulla nuova versione del sistema operativo Android. A tal proposito, il gruppo di Mountain View ha annunciato l'introduzione di sei nuove voci selezionabili, ma solo per l'inglese. Lo stesso sarà per tutte le milestone successive.

Il machine learning andrà a memorizzare una quantità infinita di dati da far impallidire persino Cambridge Analytica anche se, come dimostrato dalle migliorie di Google News, si cercherà di garantire l'imparzialità attraverso argomenti uguali offerti da testate (autorevoli) diverse.

I miglioramenti introdotti a breve consentiranno di intrattenere una conversazione continua senza dover ogni volta pronunciare le keyword "Ok Google" o "Hey Google" per richiamare l'attenzione dell'IA, così come di impartire comandi composti da più azioni o istruzioni con una sola frase, ad esempio "Com'è il tempo a Milano e a Roma?".

E nonostante l'evento non fosse focalizzato sulle soluzioni di marketing - per quello bisognerà aspettare il Google Marketing Live di luglio - qualche novità è emersa anche in questo settore, con alcuni annunci inerenti AdWords e AdMob.

Raccomandato: