Morte Sana, risultati autopsia: è stata strangolata

09 Mag, 2018, 11:38 | Autore: Santina Resta
  • Sana Cheema, morta in Pakistan: uccisa/ Autopsia: osso del collo rotto, strangolata da padre e fratello?

Stiamo organizzando una manifestazione di solidarietà e ricordo per Sana Cheema. Lo dicono i risultati dell'autopsia realizzata dal Laboratorio forense del Punjab. La 25enne italo-pachistana che abitava a Brescia è stata uccisa lo scorso 24 aprile mentre si trovava in Pakistan. Del nuovo clamoroso sviluppo ne dà notizia il Giornale di Brescia citando fonti investigative. Arrivano conferme proprio in questi minuti, circa l'assassino della giovane ragazza di origini pakistane, cresciuta in Italia, nel bresciano. Gli esami mostrano che "l'osso del collo è stato rotto", indizio che orienta verso un decesso per strangolamento. La rottura dell'osso del collo ha portato gli inquirenti ad ipotizzare un omicidio, difatti la giovane è stata strangolata. Sarebbe stato questo particolare a convalidare l'ipotesi di morte per strangolamento. Già arrestati il padre ed il fratello della ragazza.

Sana Cheema, fu uccisa dopo aver rifiutato, secondo i suoi amici, un matrimonio combinato deciso per lei dalla famiglia.

La ragazza, che, per volere del padre, avrebbe dovuto sposare un parente, aveva ottenuto la cittadinanza italiana nel settembre 2017.

Sana Cheema sarebbe stata strangolata. In Italia, infatti, si parlava di morte per uccisione, ma in Pakistan, una parte dell'opinione pubblica (soprattutto i famigliari), sosteneva che Sana fosse deceduta per cause naturali. A pubblicarli è stato Jabran Fazal, presidente dell'associazione culturale Pak Brescia e anima della comunità pachistana nella città.

Raccomandato: