Siria, nuovo attacco missilistico israeliano vicino Damasco -2

09 Mag, 2018, 12:21 | Autore: Santina Resta
  • Esercito israeliano dichiara lo stato di massima allerta nel Golan occupato

Che a loro volta hanno fatto sapere di aver abbattuto due missili israeliani.

Il raid è avvenuto un'ora dopo che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato il ritiro degli Usa dall'accordo sul nucleare con l'Iran.

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani missili israeliani hanno colpito la zona della campagna di Kisweh, a sud di Damasco, distruggendo depositi e piattaforme missilistiche iraniane e uccidendo 9 persone.

Negli ultimi giorni sono volate parole grosse tra Israele e Siria, con il governo israeliano che è arrivato a minacciare di uccidere il dittatore siriano Bashar al-Assad se "continuerà a permettere all'Iran di operare all'interno della Siria", le parole del ministro dell'Energia Yuval Steinitz ai microfoni di Ynet.

Prima dell'attacco l'esercito israeliano aveva dato istruzione alle autorità pubbliche delle Alture del Golan (nel nord del Paese) di aprire i rifugi e di tenerli pronti per la popolazione "a causa di irregolari attività delle forze iraniane in Siria". Hanno solo risposto agli attacchi di Israele.

Le mosse israeliane arrivano dopo giorni di progressivo e crescente allarme, dopo le minacce giunte da Teheran su un'imminente ritorsione per gli attacchi, attribuiti allo Stato ebraico, contro le postazioni iraniane in Siria.

L'esercito israeliano ha successivamente confermato la propria responsabilità.

Raccomandato: