L'orecchio sul braccio: l'hanno fatto crescere lì prima di impiantarglielo in testa

11 Mag, 2018, 18:48 | Autore: Fausta Monteleone
  • L’orecchio coltivato sull’avambraccio

Un orecchio 'coltivato' in un avambraccio è stato trapiantato a una donna che lo aveva perduto in seguito a un grave incidente stradale.

Si tratterebbe, statisticamente, della prima operazione al mondo di questo tipo che si è svolta negli Stati Uniti e precisamente in Texas nell'ospedale militare 'William Beaumont Army Medical Center'.

La giovane era rimasta mutilata nel 2016, quando nella auto insieme a sua cugina, venne sbalzata fuori dal mezzo dopo lo scoppio di uno pneumatico. I medici hanno prelevato parti di cartilagine dalle costole della donna, hanno ricreato la forma dell'orecchio e lo hanno impiantato nel braccio del soldato.

"L'obiettivo è far sì che la paziente - una volta concluso l'iter delle operazioni - abbia un orecchio perfettamente funzionante", ha osservato con i media USa il colonnello Owen Johnson III, direttore di chirurgia plastica ricostruttiva. Lo scopo dell'impianto era la vascolarizzazione naturale che di lì a poco sarebbe venuta a crearsi, necessaria per eseguire il successivo trapianto dell'orecchio nella sua sede definitiva. Sebbene l'orecchio innestato sia già 'operativo', saranno necessari altri due interventi e un periodo di cinque anni, prima che diventi indistinguibile da uno naturale e prenda la completa funzionalità.

Raccomandato: