Uber, entro il 2020 arriveranno i taxi volanti low-cost

14 Mag, 2018, 09:49 | Autore: Fausta Monteleone
  • Auto volante o eVTOL? Tecnologia di Uber con U.S. Army e NASA per i taxi del futuro

Saranno inoltre creati i cosiddetti skyports, degli appositi stazionamenti dove il cliente potrà, prenotata la "corsa", salire sull'apposito drone che lo accompagnerà allo skyport più vicino alla destinazione desiderata: sarebbe infatti impensabile permettere ai droni di atterrare in un punto qualsiasi della città non delimitato e controllato.

L'azienda ha poi stretto ulteriori partnership con varie imprese con l'obiettivo di lanciare i primi voli dimostrativi entro il 2020 e i primi voli commerciali entro il 2023.

È chiaro che alcuni di questi architetti e ingegneri hanno inteso abbracciare alcuni elementi di retrofuturismo nel progettare i possibili Skyport, cosa abbastanza sensata in fondo, se si considera che l'idea di "macchine volanti" era una volta appannaggio esclusivo di riviste di fantascienza e film e programmi televisivi futuristici. La seconda giornata di Elevate, l'evento a Los Angeles con cui il colosso del ride-sharing ha deciso di presentare i suoi progetti per la costruzione di una flotta di taxi nel cielo, ha confermato che le mire di Uber vanno ben al di là dei confini a stelle e strisce. Secondo il direttore di Pipistrel di R & D Tine Tomazic. l'aereo, parte di una famiglia di eVTOL, sarà in grado di percorrere distanze maggiori a velocità superiori rispetto ai modelli precedenti.

Un nuovo accordo sulla ricerca stipulato con l'Esercito degli Stati Uniti: nell'intento di realizzare meccanismi di nuova generazione più silenziosi e performanti da impiegare nei modelli di riferimento, Uber e il CRADA (U.S. Army Research, Development and Engineering Command, Army Research Lab) hanno firmato un accordo che prevede un cofinanziamento e lo sviluppo della ricerca per creare un propulsore co-rotante; un nuovo prototipo con due rotori posizionati l'uno sopra l'altro che ruotano nella stessa direzione e sono notevolmente più silenziosi per un velivolo.

C'è solo da attendere per scoprire se le tempistiche anticipate da Uber potranno essere rispettate e se i taxi volanti potranno diventare realtà entro i prossimi cinque anni. "Questo gigantesco sforzo per ottenere un volo con un clic può essere realizzato solo attraverso una stretta collaborazione tra il settore pubblico e quello privato, il fine perseguito dal summit Elevate".

Edoardo Carlo Ceretti O almeno queste sono le previsioni dell'azienda, che mira ad aprirsi la strada in un mercato ancora inesplorato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Raccomandato: