Ecco la molecola che annienta il virus del raffreddore

15 Mag, 2018, 16:21 | Autore: Fausta Monteleone
  • Raffreddore

Gli scienziati ha testato una nuova molecola sviluppata in laboratorio. "Attualmente non esistono trattamenti contro il virus del raffreddore e questa è la prima molecola capace di contrastarlo", ha aggiunto.

Se il più comune dei raffreddori trova la sua causa in una famiglia di virus con centinaia di varianti, ciò rende quasi impossibile la creazione di una sorta di immunità e altamente improbabile l'idea di vaccinarsi contro tutti loro. "Un farmaco come questo potrebbe essere estremamente utile se somministrato nelle prime fasi dell'infezione e stiamo lavorando per creare una versione che possa essere inalata, in modo che arrivi rapidamente ai polmoni".

I test sono stati eseguiti su cellule umane e mostrano che la molecola impedisce al virus di riversarsi sulle stesse.

Invece di attaccare direttamente il virus del raffreddore, hanno pensato infatti di rubare al virus gli strumenti che lo stesso utilizza per assemblare la sua discendenza. Un primo passo avanti che fa sperare gli autori della ricerca, i quali ora puntano ad approdare ai test sugli animali e poi sull'uomo.

Una molecola in grado di contrastare il fastidiosissimo raffreddore. Bloccare la proteina, come fa la nuova molecola, significa quindi bloccare il virus. Anzi, secondo gli autori della ricerca, sarebbe in grado di agire anche contro altri virus della stessa famiglia del raffreddore (polio, mani-bocca-piedi').

"Se per chi gode di buona salute il raffreddore è una malattia inoffensiva, non è così per chi soffre di malattie respiratorie: in questi casi anche un semplice raffreddore può diventare una minaccia". I virus del raffreddore spostano la N-miristoiltransferasi (NMT), proteina presente nelle cellule umane e costruiscono una corazza proteica (capside), che li protegge. "Solo dopo si potrà passare alle prime prove sugli uomini", ha spiegato lo scienziato. Sono però necessari ulteriori studi per assicurarsi che effettivamente non sia tossica nell'organismo.

"È la prima tappa di un cammino ancora lungo", ha affermato all'Ansa il biochimico Roberto Solari, che ha condotto la ricerca con il chimico Edward Tate.

Contro il raffreddore non esiste nessun farmaco capace di bloccare i sintomi più comuni come starnuti e naso che cola. La squadra di chimica farmaceutica, guidata da Andy Bell (fra i 'papà' del Viagra), era originariamente alla ricerca di molecole che mirassero alla proteina nei parassiti della malaria.

Raccomandato: