Aereo scomparso: gli esperti sostengono la tesi del suicidio

16 Mag, 2018, 14:02 | Autore: Santina Resta
  • Un momento della commemorazione lo scorso marzo per i 4 anni della scomparsa del volo MH270 in Malesia

"Il pilota decise di suicidarsi", hanno dichiarato gli analisti che sono intervenuti nel programma australiano "60 Minutes" spiegando la vicenda dell'aereo di cui si sono perse le tracce. Ma c'è di più.

Le ricerche dei resti del volo MH370, partito da Kuala Lumpur e diretto a Pechino, sono in corso da anni. "E' stata un'azione fatta deliberatamente e pianificata in un periodo di tempo prolungato", ha detto Martin Dolan, il leader delle ricerche nell'Oceano Indiano terminate nel 2017.

Ora gli inquirenti sostengono che il comandante Zaharie Amad Shah avrebbe indossato una maschera dell'ossigeno prima di depressurizzare l'aereo per rendere i passeggeri e l'equipaggio privi di conoscenza. Per Simon Hardy, un pilota britannico, il fatto che l'aereo abbia seguito il confine tra Thailandia e Malaysia è un forte indizio che chi era alla guida voleva evitare di essere intercettato. In particolare, la virata sopra la città di Penang, dove Zaharie era nato, è interpretata dagli investigatori come la prova di un ultimo saluto prima di lanciarsi verso la morte.

Soltanto lui, il pilota, non era privo di sensi a causa della improvvisa depressurizzazione che invece avevano causato lo svenimento degli altri 238 passeggeri a bordo.

Il dubbio che resta è sulle tracce del volo MH370 della Malaysia Airlines perse dai radar. La causa scatenante che ha portato a questo atto atroce, sembrerebbe risalire ad una questione personale: infatti l'uomo era in crisi con la moglie e non accettava il divorzio. Lo scorso gennaio, una nuova missione finanziata da privati ha iniziato a setacciare l'oceano in un'area adiacente a quella già perlustrata, e continuerà fino a fine giugno.

D'altronde, non sarebbe stato facile far sparire un velivolo di quel tipo in altro modo, se non manomettendo il sistema di rilevamento radar.

Raccomandato: