Napoli - De Luca,piazza Garibaldi sembra Calcutta

16 Mag, 2018, 06:26 | Autore: Santina Resta
  • Il governatore della Campania Vincenzo De Luca

Il governatore della Campania, ieri, all'assemblea del Pd ai Camaldoli, davanti a 300 militanti, ha sferrato un duro attacco al sindaco di Napoli: "Non hai un euro?" Ma se non puoi fare niente, se non hai i soldi, vavatten' (vattene, ndr). "Quattro anni dall'inizio dei lavori e siamo ancora lì, un cantiere a cielo aperto", ha aggiunto De Luca, in riferimento al cantiere per il rifacimento di via Marina a Napoli. L'amministrazione e' difficile lo so, noi abbiamo trovato debiti per 2,3 miliardi ma io non ho fatto tante storie, la mia attivita' non e' dire quello che mi hanno lasciato. De Luca ha poi rincarato la dose parlando di Anm ("portata al disastro") e delle centralissime Piazza Garibaldi e Via Marina: "Nei giorni a cavallo del primo maggio mi sono fatto a piedi a Napoli dall'ospedale Annunziata a Piazza Garibaldi per mangiare da Mimì alla Ferrovia. Sembrava Calcutta, il Bangladesh", arringa il governatore che mette a fuoco l'impegno della Regione per Napoli.

"Espelleremo dalla città ogni forma di violenza, contro chi si diverte a lanciare un palo di ferro contro un'ambulanza". Il questore spiega che occorre avere la "consapevolezza che Napoli e' una citta' difficile, ha delle criticita', ma ridurre tutto a spot provocatori, anche per apparire sui giornali, non fa bene alla citta'". Noi - ha concluso - a differenza del presidente della Regione vogliamo costruire rapporti molto belli con tutte le altre città campane. Ma dovrebbero andare a piedi a Pompei, perché senza la Regione sprofondate. "Che si tratti di camorristi - spiega De Luca - di baby-gang, di imbecilli che aggrediscono gli autisti dell'Eav, di chi vandalizza le ambulanze o dei finti centri sociali che fanno occupazioni abusive e violenze continue, dobbiamo fare muro".

Raccomandato: