Reggio Emilia Trovato morto in hotel Claudio Giacobazzi, il re dei diamanti

17 Mag, 2018, 17:39 | Autore: Santina Resta
  • Claudio Giacobazzi, il re dei diamanti di cui si erano occupate Le Iene trovato morto in albergo: il tragico sospetto

Secondo le prime indiscrezioni, è stato trovato in una stanza d'albergo a poca distanza dal casello autostradale di Reggio Emilia, con il capo infilato in un sacchetto e stretto al collo da un semplice elastico: sarebbe perciò deceduto per soffocamento.

L'inviato della trasmissione di Italia Uno lo ha scovato nella sua casa di Vezzano, dove il manager non ha scansato le domande, rispondendo nel servizio durato in tutto 15 minuti, con testimonianze dei risparmiatori che si sono rivolti alle associazioni di consumatori e avvocati per riavere parte del valore dei diamanti venduti dalla Idb alle banche e da queste ai clienti.

Giacobazzi, amministratore delegato della Intermarket Diamond business di Milano, una società che si occupa di vendita di pietre preziose per investimenti attraverso le banche, è stato trovato con un sacchetto di plastica intorno alla testa. Giacobazzi era indagato dalla procura di Milano perché sospettato di vendere i diamanti ad un prezzo superiore a quello reale. A ottobre, le sanzioni dell'Antitrust per oltre 15 milioni complessivi (di due milioni la sanzione per la Idb). Una delle ipotesi sul suo decesso è che l'uomo si sia suicidato. Poche settimane fa una troupe della trasmissione tivù Le Iene aveva raggiunto Giacobazzi nel vecchio mulino di campagna rimesso a nuovo. Solo una settimana fa una seconda pesante tegola: il Corriere rivela che è indagato insieme ad altri nove professionisti dalla Procura di Milano, con accuse a vario titolo per associazione a delinquere, per aver architettato una serie di strumenti giuridici finalizzati per sfruttare - fingendo di fare l'interesse loro e degli eredi - l'enorme patrimonio di Antinea Massetti De Rico (fondatrice proprio della Idb) e del marito, Richard Edward Hile, morti nel 2017. Ora, i carabinieri di Reggio, hanno raccolto ogni indizio nella camera consegnando poi un'informativa al sostituto procuratore Giacomo Forte, che ha disposto ieri l'autopsia.

Raccomandato: