Ursino, direttore generale del Crotone: "A Napoli ci giocheremo la vita"

18 Mag, 2018, 14:33 | Autore: Fausta Monteleone
  • Giuseppe Ursino direttore sportivo del Crotone ha parlato del campionato soffermandosi in particolare sugli arbitri Italiani

Mattinata di allenamento ieri per il Crotone che continua a preparare l'ultima di campionato in casa del Napoli. Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, parla così ai microfoni di Radio Crc: "Affronteremo il Napoli, una grande squadra, ma cercheremo di fare il massimo". Ora, per strappare la saceonda salvezza consecutiva in A, i ragazzi di Walter Zenga dovranno fare punti in casa del Napoli, squadra che non ha bisogno di presentazioni nonché vogliosa di vincere davanti al pubblico del San Paolo. C'è il rischio di vincere e non salvarsi, ma siamo abituati.

Salgono così a 14 le reti segnate dagli azzurri su sviluppo di corner, almeno tre più che qualsiasi altra formazione di questa Serie A; il Crotone è invece quella che ne ha subite di più in questo modo (13, alla pari dell'Udinese).

"La partita che ci ha tagliato le gambe non è stata quella con la Spal, ma quella prima perchè il calcio è fatto di psicologia e perdere al 93esimo col Benevento ci ha fatto entrare in campo nervosi con la Spal".

"Studio tanto, anche gli arbitri, ma non riesco proprio a capire cosa sia successo in quell'episodio. Dobbiamo essere concentrati solo sulla nostra partita, sapendo che il Napoli e' un avversario molto forte". Tre punti al San Paolo sono a quota "proibitiva" sul tabellone Microgame, vista l'offerta a 6,50, ma a colpire è la percentuale di giocate finita sul "2": ben il 26%, nettamente più alta rispetto alla media delle squadre offerte a quota così alta.

Raccomandato: