Casa » Sport

Impresa Froome: fuga e maglia rosa

26 Mag, 2018, 12:35 | Autore: Eufebio Giannola
  • Impresa Froome: fuga e maglia rosa

Nei giorni scorsi, e anche ieri, il campione italiano si era sempre staccato in salita, il suo terreno preferito.

In crisi, senza forze, totalmente allo sbando, Yates ha visto crescere metro dopo metro il proprio distacco dai rivali e alla fine si è presentato sul traguardo con un ritardo da velocista: "38'52" da Froome. Ma restano anche i dubbi sulla sua tenuta nella terza settimana di corsa.

Complicata la situazione di Domenico Pozzovivo della Bahrein Merida che con un ritardo di oltre due minuti da Froome è giù dal podio. Il Colle delle Finestre era il posto perfetto per attaccare. Avrà recuperato, Froome? O c'è da attendersi un altro ribaltone simile a quello odierno? Stesso scenario, cime diverse: Col Tsecore, Col de Saint-Pantaleon e scalata finale di Cervinia.

A chi gli fa notare che in Italia un'impresa del genere non si vedeva dai tempi di Marco Pantani, Froome risponde sorridendo: "I tifosi italiani sono bravi, sono forti, hanno la passione per il ciclismo dipinta in volto". Inoltre, mai come adesso un uomo del Team Sky è stato così vicino all'impresa di aggiudicarsi la corsa rosa, dopo i tentativi velleitari - falliti per sfortuna o per superficialità - dai vari Wiggins, Landa, Thomas, Porte. Tutti ci hanno provato, in casa Sky, solo Froome rischia di riuscire ad alzare sotto il cielo di Roma il trofeo.

Il corridore sardo ha gettato la spugna durante la diciannovesima tappa che porterà il gruppo da Venaria Reale a Bardonecchia: a 7 km dalla vetta del Colle del Lys, la prima dura salita della tappa odierna, il 27enne del Team Emirates ha detto stop.

Raccomandato: