Parmitano primo comandante italiano della stazione spaziale internazionale

03 Giugno, 2018, 16:12 | Autore: Piera Gizzi
  • ANSA
				
				L’astronauta Luca Parmitano

L'astronauta Luca Parmitano sarà il primo astronauta al comando della Stazione Spaziale Internazionale. Selezionato come astronauta dell'Esa nel 2009, è stato assegnato nel 2011 come ingegnere di volo alla prima missione di lunga durata dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) sulla Iss. "Sono onorato di essere stato scelto per questo ruolo", spiega Parmitano. Un'emergenza terribile e non preventivabile, ma affrontata con assoluto sangue freddo.

Il laboratorio europeo Columbus (a volte indicato anche come Columbus Orbital Facility) è un modulo di ricerca sviluppato dall'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e costruito in Italia, a Torino, appunto per la Stazione Spaziale Internazionale.

"Sono stato abbastanza fortunato, nella mia esperienza, da lavorare con capigruppo di cui avere ammirazione - dice ancora Luca - e farò quindi del mio meglio per seguire il loro esempio e i loro insegnamenti per raggiungere questi obiettivi". L'astronauta si accosta tuttavia a questo ruolo con grande umiltà: "Essere il comandante delle persone più preparate e abili dentro e fuori dalla Terra può essere scoraggiante".

Luca Parmitano sulla ISS, nella Cupola, la "finestra" della Stazione spaziale.

E' la prima volta che un astronauta italiano ricopre un compito così importante e prestigioso. In definitiva, però, sarò il responsabile della sicurezza dell'equipaggio e della stazione e lavorerò per il successo generale della missione. L'astronauta dell'ESA Alexander Gerst è pronto ad assumere la carica di comandante della Stazione Spaziale durante la seconda metà della sua missione Horizons quest'anno. "Sono orgoglioso dell'eccellente lavoro fatto dagli astronauti e dai loro istruttori tale da ottenere la responsabilità dell'avamposto abitato nello spazio".

Parmitano è attualmente Tenente Colonnello dell'Aeronautica Italiana.

Classe 1976, Parmitano si è diplomato al liceo scientifico Galileo Galilei nel 1995 per poi laurearsi in scienze politiche nel 1999 con una tesi sulle leggi internazionali.

Lo farà tra Stati Uniti, Europa e Russia, nella Città delle Stelle, dove si trasferirà stabilmente dal maggio 2019.

Raccomandato: