Pensioni, quota 100: chi sarà coinvolto subirà delle penalizzazioni?

05 Giugno, 2018, 16:00 | Autore: Doriano Lui
  • Di Maio: “Jobs Act va rivisto, supereremo la Fornero con la quota 100”

Su Quota 100, se fosse vero che parteda 64 anni di età, questa scelta rappresenterebbe una penalizzazioneper chi svolge attività gravose perché questi lavoratori possonoandare in pensione a 63 anni con Quota 99 (63 più 36 di contributi).Non solo, per chi è disoccupato o ha un familiare disabile a carico, icontributi scendono a 30 anni (Quota 93).

Per chi ha iniziato a lavorare molto giovane però lo "scoglio" dell'età minima potrebbe essere superato con l'alternativa della "quota 41", che riguarderebbe chi ha 41 anni e mezzo di contributi a prescindere dall'età.

Potrebbe invece non venire rinnovato l'Ape sociale, che per tutto quest'anno è attivo in via sperimentale. Come auspicato anche dal neo ministro del welfare Luigi Di Maio, la riforma delle pensioni che il governo gialloverde propone consentirebbe di lasciare il lavoro potendo vantare, tra contributi ed età, il quoziente 100, ovvero 64 anni di età e 36 di contributi.

La "quota " 41, che affianca il meccanismo della quota 100 offre la possibilità di andare in pensione dopo se il lavoratore ha provveduto a versare 41 anni di contributi. Un quesito che troverà risposta non appena il patto di Governo si tradurrà in una proposta concreta. Già dal 2016 i pentastellati battono sulla necessità di un cambio dell'età pensionabile che possa creare nuove possibilità di lavoro e la risposta a questa esigenza sarebbe garantita dalla quota 100.

(LaPresse) "Il Job Act va rivisto, c'è troppa precarietà".

Le ultime notizie sulle pensioni anticipate [VIDEO] ad oggi 4 giugno 2018 ruotano tutte intorno alla tanto chiacchierata quota 100, misura, cavallo di battaglia di M5S e Lega, che ora rischia di deludere (stando ai titoli dei maggiori quotidiani) le aspettative di milioni di elettori. Soprattutto chi aspetta il superamento della riforma Fornero e quindi l'introduzione delle Quote.

Governo Conte, PENSIONI COSA CAMBIA. L'età del lavoratore, ai fini del calcolo della quota 41 non rileva.

Brambilla lo spiega in una intervista su Repubblica in cui enuncia i paletti della riforma: la quota 100 non potrà essere ottenuta sommando, per esempio, 60 anni di età e 40 di contribuzioni.

Il nodo Opzione Donna - consente alle donne di andare in pensione in anticipo (all'età di 58 anni e con 35 di contributi) purché accettino che il trattamento previdenziale venga calcolato interamente con il sistema contributivo.

Raccomandato: