L'esordio di Conte in Parlamento: pensioni, flat tax ed Europa

06 Giugno, 2018, 09:08 | Autore: Doriano Lui
  • Tony Gentile  Reuters

"Sulla flat tax vale quello che c'è scritto sul contratto - ha chiarito il ministro dell'Interno ieri sera durante un comizio a Fiumicino -, ma il primo intervento sarà la pace fiscale, con la chiusura delle liti tra italiani ed Equitalia". In realtà si tratta di una dual tax perché le aliquote previste nel contratto sono due e non una: al 15% per i redditi familiari fino a 80mila euro e il 20% per quelli superiori.

Sul 2019 pende la spada dell'aumento dell'Iva a causa delle clausole di salvaguardia, la cui sterilizzazione non è ancora stata scongiurata. La flat tax e il dipendente di call center (La Stampa, 5 giugno 2018)Se single vedrà abbattersi la sua Irpef da 21.320 euro a 8.699.

"La flat tax è come un Robin Hood al contrario".

Per coloro che sostengono l'utilità di questo sistema di tassazione, la flat tax permetterebbe innanzitutto di diminuire drasticamente l'evasione fiscale. Il nuovo regime fiscale si caratterizza come segue. Solitamente tale sistema si riferisce alle imposte sul reddito familiare, e talvolta sui profitti delle imprese, tassate con un'aliquota fissa. Per le classi a basso reddito resterà il principio della no tax area. Come ha fatto notare Il Sole 24 Ore, "se rimanessero immutate la deducibilità dei costi attuali e quella di altre voci ammesse ad agevolazioni, il risparmio d'imposta potrebbe arrivare anche al 37,5%".

Insomma se si ragiona in termini di nucleo fa miliare anziché di reddito singolo la progressività del prelievo fiscale va ancora più a farsi benedire, tanto più se la famiglia è numerosa.

Il primo paletto, piantato stamattina dal senatore della Lega - e tra i più accreditati per la nomina a sottosegretario all'economia - Alberto Bagnai, che su uno dei cavalli di battaglia del centrodestra, la flat tax, ha annunciato: "Mi sembra che ci sia un accordo sul fatto di far partire la flat tax sui redditi di impresa a partire dall'anno prossimo".

Su giovani e lavoro si farà riferimento alla Costituzione, al primo articolo della Carta, declinando le promesse elettorali: ovvero un maggiore sostegno a chi oggi è ai margini della società, ma allo stesso tempo, come ha chiesto la Lega, intrecciando l'obiettivo di una maggior reddito sociale per gli incapienti con la garanzia di impegno e responsabilità da parte di chi saranno i destinatari. La flat tax sui redditi di impresa esiste da qualche decennio - attacca Luigi Marattina (Pd) - Prima si chiamava Irpeg, e ora si chiama Ires, e tassa proporzionalmente i redditi delle società di capitali. Si prevede dunque un inizio parziale per le famiglie e una procedura di completamento che duri un anno? Se single la sua Irpef passerebbe da 36.170 a 14.949 euro, con due figli e un coniuge che guadagna 20mila euro la flat tax peserebbe invece per quattromila euro in più.

Raccomandato: