Pronto il governo Lega-M5s: Cottarelli rinuncia, Conte al Colle alle 21

07 Giugno, 2018, 15:12 | Autore: Santina Resta
  • Mattarella valuta nuovamente il governo Lega-M5S, Savona ministro ma non dell'Economia

Conte ha accettato l'incarico da premier.

Anche Cottarelli era salito al Colle, subito dopo Di Maio, per un nuovo colloquio con Mattarella. Oggi il giuramento alle 16. "Lavoreremo intensamente per realizzare gli obiettivi politici anticipati nel contratto, lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità di vita di tutti gli italiani".

Il Presidente Mattarella ha convocato per le ore 21.00 di questa sera, al Palazzo del Quirinale, il Prof.

"Andiamo a governare con una forza politica che non ha a cuore gli ultimi, ma cerca il consenso seminando odio e paura per poi innalzarsi ad antidoto per accaparrarsi voti", dichiara la consigliera comunale di Bologna, la Palumbo: "Abbiamo portato al governo un partito che è stato scelto solo dal 17% della popolazione, un partito che aveva governato con il celebre condannato". Istruzione: Marco Bussetti (Lega).

"Ci sono le condizioni per un governo politico", così in una nota congiunta i leader di Movimento 5 Stelle e Lega, Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Nella stanza dei bottoni entrano, sempre in quota Carroccio, Gian Marco Centinaio alle Politiche agricole, alimentari e forestali; Giulia Bongiorno alla Pubblica amministrazione; Lorenzo Fontana alla Famiglia e disabilità. Il leader leghista al termine del tavolo tecnico ha fatto sapere attraverso Twitter che ormai "ci siamo".

Impegno, coerenza, ascolto, lavoro pazienza, buon senso, testa e cuore per il bene degli italiani. E il braccio destro di Salvini, Giancarlo Giorgetti, diventa Sottosegretario alla presidenza del consiglio come a suo tempo fu Gianni letta per Berlusconi.

Intesa raggiunta per il varo di un governo M5S-Lega. E' sfumata, quindi, l'ipotesi del tecnico Carlo Cottarelli.

"La formazione di un governo politico è di gran lunga la situazione migliore per il Paese perché evita le incertezze che comporterebbero nuove elezioni".

Salvini e Di Maio stanno lavorando innanzitutto a uno spostamento di Paolo Savona dal Tesoro, come chiesto da Di Maio.

Raccomandato: