Governo: Conte, introdurremo il reddito di cittadinanza e la "flat tax"

09 Giugno, 2018, 13:22 | Autore: Doriano Lui
  • Governo, Carelli (M5S):

Per Parigi il reddito di cittadinanza non è la "buona soluzione alla povertà", meglio puntare su una "società basata sul valore del lavoro". Fondamentale per Luigi Di Maio, non così proritario per Matteo Salvini. Relativamente al reddito di cittadinanza, infatti, bisogna superare almeno due ostacoli: il reperimento delle risorse e la riforma dei centri per l'impiego.

(AdnKronos) - Il 'senatur' Umberto Bossi interviene in Aula a Palazzo Madama durante il dibattito sulla fiducia al governo Conte e subito marca la differenza con i colleghi del Carroccio.

"Il reddito di cittadinanza non è assistenzialismo e la Lega lo ha capito". Bossi ha parlato anche di pensioni ricordando che "la legge Fornero ha colpito le pensioni di anzianità togliendo le quote e le pensioni di vecchiaia stabilendo che si va in pensione a 66 anni e 7 mesi". Una misura lontana da qualsiasi logica assistenzialista, che rappresenta invece un passo importante per ridare dignità ai cittadini. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nella sue dichiarazioni programmatiche al Senato. Si trattava dunque di una misura diversa da quella pensata dal M5s, più vicina a un sussidio di disoccupazione sottoposto a condizioni precise come l'impegno a cercare lavoro o accettare impieghi offerti dai centri. Il che significa che se una persona percepisce un assegno di 500 euro, lo Stato integrerebbe di tasca sua altri 280 euro per permetterle appunto di raggiungere la soglia dei 780 euro (per lo stesso ragionamento, se una persona dovesse guadagnare 650 euro al mese, lo Stato interverrebbe con un contributo mensile di 130 euro, e così via).

Raccomandato: