Boston, al MIT debutta Norman: la prima intelligenza artificiale psicopatica

10 Giugno, 2018, 13:42 | Autore: Doriano Lui
  • Norman Bates il protagonista di Psycho.|Wikimedia Commons

Non sono mancati altri interventi di Oracle (in particolare di Luisella Giani, esperta Oracle Emea di Artificial Intelligence) e di terze parti che hanno affrontato in modo più tecnologico e di visione sia i temi "ombrello" come AI, machine learning, advanced analytics e big data, sia innovazioni più specifiche.

Ma torniamo all'esperimento del Mit, a Psycho Norman e all'altra IA: le differenze tra le interpretazioni delle due intelligenze artificiali sono risultate evidenti. Non conosco né ombrelli né uccellini né guanti da baseball ma solo donne incinte che volano dal terrazzo e bambini ficcati nel frullatore e invalidi di guerra inseguiti col batticarne.

L'azienda di Mountain View ha fatto trapelare che la collaborazione con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti su Project Maven, in scadenza nel 2019, non sarà rinnovata. "L'AI non può risolvere ogni problema - ha scritto Pichai - ma il suo potenziale per migliorare la nostra vita è enorme". Abbiamo imparato finora a non entusiasmarci troppo nel leggere in rete notizie riguardanti intelligenze artificiali impiegate nei compiti più disparati, come robot Vera progettata per selezionare il personale in Russia.

Ecco quindi i 7 principi cardine su cui Google ha deciso di basare la sua attività di ricerca e sviluppo nel campo dell'IA.

A tal fine, Google ha stabilito sette "principi" che presumibilmente la guideranno nei suoi progressi in questo specifico settore. Forse si potrebbe studiare l'implementazione di algoritmi etici, ma resterebbero ancora fuori le emozioni, che costituiscono tutt'ora un mistero difficile da riprodurre in formule. "Queste collaborazioni sono importanti e cercheremo attivamente altri modi per aumentare il lavoro critico di queste organizzazioni e mantenere al sicuro membri di servizio e civili". Non ha senso accusare un algoritmo di essere fazioso, argomentano, in quanto si basa esclusivamente su dati e si regola in base a essi. Il vaso è dotato di un'apertura laterale, di sensori e di un dispositivo wi-fi che permette a Natede di connettersi ai sistemi di intelligenza artificiale che possono trovarsi in casa, sullo smartphone o sul cloud, come per esempio Alexa di Amazon o Oracle Virtual Assistant, per monitorare la qualità dell'aria e modulare la capacità di depurazione del vaso.

Armi o tecnologie il cui scopo principale sia quello di provocare o facilitare danni alle persone.

Tecnologie contrarie ai principi dei diritti umani e quelli accettati dal diritto internazionale.

Raccomandato: