Casa » Sport

MotoGp: Suzuki-Iannone addio a fine anno, il pilota è vicinissimo all’Aprilia

11 Giugno, 2018, 11:37 | Autore: Eufebio Giannola
  • Andrea Iannone

"La collaborazione con Andrea Iannone - ha annunciato la casa giapponese - terminerà al termine della stagione 2018". "Auguriamo tutto il meglio ad Andrea Iannone per un futuro luminoso e di successo". Il pilota di Vasto (Chieti) affiancherà il confermato Aleix Espargaro. Andrea avrà il difficile compito di portare lo sviluppo della RS-GP ad un ulteriore step per poter combattere stabilmente per la top 10 nelle prossime stagioni.

Iannone è un pilota di grande esperienza, Romano Albesiano, Manager Aprilia Racing mostra tutta la sua felicità e soddisfazione nel rendere pubblica la loro acquisizione. Il ritorno di un pilota italiano in Aprilia è anche motivo di grande orgoglio per il Gruppo Piaggio e onora la lunga tradizione di grandi campioni e vittorie indimenticabili per il produttore di Noale che ha promosso e cresciuto quasi tutti i migliori talenti italiani negli ultimi anni. Con la coppia Iannone-Espargaró Aprilia punta a ridurre ulteriormente il gap dalla vetta della classifica. Enrambi sono piloti esperti, veloci e fortemente legati a un affascinante progetto non solo sportivo ma anche tecnico, che contribuirà allo sviluppo dell'intera gamma Aprilia, in pista e in strada. Particolarmente entusiasta della scelta il Team Manager Aprilia Fausto Gresini: "Quello tra Iannone e Aprilia sarà un gran bel connubio, uno dei più interessanti della MotoGP e potrà portare grandi risultati". Il suo arrivo è un segno per il Gruppo Piaggio e del crescente impegno dell'Aprilia nel motomondiale, dove le nostre moto hanno già dimostrato che possono affidarsi un una base molto importante. Ora dobbiamo restare concentrati sulla stagione 2018, a partire dal prossimo GP di Barcellona. Andrea è un pilota forte, veloce, concreto. La casagiapponese ha confermato "l'appoggio incondizionato fino altermine della stagione, sperando in risultati ancora migliorinelle restanti gare". E poi, inutile negarlo, un pilota italiano su una moto tricolore fa sempre un gran piacere. "Benvenuto Andrea, facci divertire!" ha concluso Gresini.

Raccomandato: